Vallerotonda – Successo della Compagnia Libero Teatro in scena con “Chicchignola”

di Martina Salvatore

Una domenica di fine settembre all’insegna del divertimento quella che ha trascorso la comunità di Vallerotonda allietata dalla rappresentazione teatrale portata in scena dalla compagnia Libero Teatro.

CASSINO. La pièce portata in scena ieri è Chicchignola, una tra le commedie più belle e famose di Ettore Petrolini, presentata al pubblico per la prima volta negli anni Venti, ma tutt’oggi attuale. La compagnia Libero Teatro, in una formazione eterogenea che unisce attori cassinati e vallerotondesi, ha rappresentato le vicissitudini amorose di Chicchignola: un uomo onesto, impiegato di ottimo livello al Governatorato, che da un giorno all’altro, a quasi cinquant’anni, si trova “esodato”.

Chicchignola per vivere si ingegna a fare il “pallonaro”, il venditore di giocattoli per le strade di Roma. Soltanto perché è un galantuomo i furbi ed i mascalzoni lo reputano un cretino che deve subire ogni torto, non escluso quello di essere tradito dalla propria compagna Eugenia che, delusa dalla sua caduta sociale, intrattiene una relazione clandestina con Egisto facoltoso bottegaio di quartiere.

Il triangolo amoroso si svolge sotto gli occhi di Chicchignola che finge di non sapere, ma prepara una vendetta, per farla pagare a moglie ed amante. Tra il serio e faceto si affrontano gli argomenti che da sempre ruotano attorno alle relazioni umane: amore, interesse, avidità, furbizia, voglia di sopraffazione dell’altro, tradimenti e solitudine.

La comicità petroliniana irriverente, dunque, lascia il passo ad una riflessione più matura, allo stesso tempo amara e compassionevole, sulle debolezze umane, descrive una perdita di valori generalizzata con conseguente ascesa dei mediocri e dei furbi a detrimento degli onesti. Il pomeriggio domenicale di Vallerotonda, dunque, ha visto portare in scena uno spaccato di vita magistralmente rappresentato dagli attori amatoriali diretti da Anna Rita Delicato. Pasquale Vittiglio, cassinate, ha interpretato il povero Chicchignola divertendo ed emozionando la platea
con momenti di altissima riflessione: perché nonostante l’offesa della moglie Eugenia (la bravissima Raffaella Catalano) si può amare ancora e l’orgoglio ci fa affogare nella solitudine. Egisto l’amante, Giampaolo Verrecchia, ha mostrato benissimo quanto il furbo possa invece essere vittima del suo stesso raggiro.

Artattoo Cassino

Ruoli minori ma fondamentali sono stati interpretati da: Katy Tomasso, la portinaia, che con la sua interpretazione ha reso benissimo il pettegolezzo e l’interesse che le persone hanno per le malefatte altrui, convinti che enfatizzandole si possa mettere in ombra le proprie.

Sabrina Tomasso, Lalletta, la falsa amica di Eugenia che prima copre il suo tradimento e poi diventa l’amante di Chicchignola. Antonio Salvatore, interprete di due ruoli ha dato n contributo fondamentale affinché la rappresentazione raggiungesse il culmine della comicità.

In fine Emanuela Pittiglio, ha rappresentato splendidamente la giovane e volubile compagna di Egisto che alla fine della pièce subisce il fascino di Chicchignola ma che per initeresse sposa Egisto. Quello che può sembrare un passatempo è stato un momento di aggregazione lungo un intero anno, che ha unito due mondi vicini seppur diversi: Cassino e Vallerotonda, rafforzando vecchie amicizie e formandone di nuove. Quando l’arte è gioco e valore.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi