Tumore prostata- Il piano della Regione per aumentarne la curabilità

Firmato il decreto che riorganizza la rete di cure nel Lazio. Il tumore alla prostata è una patologia con maggiore incidenza tra i pazienti a partire dai 50 anni di età. Ciascuna Azienda dovrà nominare un referente.
Cosa prevede il decreto? Sul sito della Regione Lazio si legge che ciascuna Azienda dovrà nominare un referente. Il percorso di cura è stato definito all’interno di un protocollo assistenziale con la collaborazione di professionisti, società scientifiche e associazioni di volontariato.

Nell’ultimo anno nel Lazio sono stati registrati complessivamente 1.710 interventi chirurgici alla prostata, il maggior numero dei quali è stato effettuato nelle seguenti strutture: l’Azienda Ospedaliera S. Giovanni Addolorata, l’Ircss Ifo, il Policlinico Gemelli, il Campus Biomedico e il Policlinico Umberto I.

Ristorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotonda
Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi