Sora – Lei si “offre” per sfuggire al controllo

Fuggono alla vista dei carabinieri ma poi reagiscono una volta presi: uno tentava l’aggressione fisica, l’altra l’approccio sessuale.

mr-svapo-shop-cassino

CASSINO. Nel pomeriggio di ieri, a Sora, in una località notoriamente frequentata da consumatori di sostanze stupefacenti, i militari del N.O.R.M. della locale Compagnia predisponevano un servizio di prevenzione di tali reati, anche con l’impiego di personale in abiti civili.

Nella circostanza procedevano al controllo di due giovani (una ragazzo ed una ragazza) d’origini africane dal fare sospetto. All’atto dell’identificazione i due si davano a precipitosa fuga, in direzioni opposte, nella boscaglia circostante. Due dei militari operanti si ponevano tempestivamente all’inseguimento dei due fuggitivi, riuscendo a bloccarli dopo centinaia di metri.

Una volta fermati, i due giovani, al fine di garantirsi l’immunità, opponevano repliche nei confronti di due militari: l’uomo tramite calci alle ginocchia mentre la donna con delle “avances” sessuali. La successiva perquisizione personale dava esito negativo. I giovani, identificati a seguito di accertamenti in un diciottenne senegalese, domiciliato in quel centro presso una Cooperativa Sociale ed una ventiduenne nigeriana, domiciliata presso una Casa di Accoglienza di Arpino, venivano arrestati per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, mentre la donna dovrà rispondere anche di istigazione alla corruzione.

Gli arrestati venivano trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi