Sicilia- Evasione fiscale. Domiciliari per Cateno De Luca neodeputato pro Musumeci

Neanche il tempo d’insediarsi in Regione Sicilia che arriva l’arresto per un neodeputato Caleno De Luca.

I carabinieri e la Guardia di Finanza, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Messina a conclusione di indagini coordinate dalla Procura di Messina, hanno posto agli arresti domiciliari il neo deputato regionale Cateno De Luca (Udc-Sicilia Vera) a sostegno del governatore neoeletto Nello Musumeci e il presidente della Fenapi (federazione piccoli imprenditori) Carmelo Satta, in qualità di promotori di un’associazione per delinquere finalizzata alla realizzazione di una rilevante evasione fiscale di circa un milione 750 mila euro.

“La frode- spiegano gli inquirenti- si è sviluppata basandosi sul trasferimento di materia imponibile dal Caf alla Federazione nazionale, in virtù del regime fiscale di favore applicato a quest’ultima, che avrebbe determinato un notevole risparmio di imposta”.

Il politico ha ottenuto alle elezioni 5.418 voti.

Nell’ambito dell’indagine sono state denunciate otto persone.

Approfondisci

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi