Serie D- Un furente Rieti attende il Cassino

di Simone Tescione

Sarà una capolista Rieti con la bava alla bocca quella che attende il Cassino domenica pomeriggio.

CASSINO. La rocambolesca partita interrotta sull’1-0 per gli amarantocelesti sul difficile campo di Latina che costringerà alla ripetizione della gara, ha inviperito la compagine di mister Carmine Parlato la quale già pregustava il gran risultato frustrato dall’infortunio occorso all’arbitro a pochi minuti dal termine della gara, su uno dei campi più complicati del girone.

Niente da fare, anzi, tutto da rifare.

Sarebbe stato importantissimo vincere per i reatini domenica scorsa per diversi motivi: svilire i tentativi di riavvicinamento da parte delle inseguitrici Rieti e Albalonga; reagire alla sorprendente sconfitta prenatalizia contro la Lupa Roma e per dare un (nuovo) fortissimo segnale al campionato imponendosi in casa di una grande.

Ma adesso tutto torna in gioco perché la psicologia non rema a favore di Cuffa e compagni. Innanzitutto perché, allo stato dell’arte, le inseguitrici sono a -2 e -3, e poi perché rimane il grande sforzo, anche di energie mentali, fatto in terra pontina. L’aver visto il traguardo vittorioso vicino così prima che il direttore di gara si accasciasse in preda a guai muscolari decretando la fine delle ostilità a una manciata di minuti dalla fine, sarà stata sicuramente una mazzata per gli amarantocelesti.

Ma il Rieti, nonostante ciò, sembra essere la squadra maggiormente attrezzata per vincere questo torneo. Dovrà essere bravo Parlato a mantenere dritta la barra. A cominciare dal match di domenica col Cassino che dalla sua ha ben poco da perdere.

Il pronostico sembra abbastanza chiuso anche se il Cassino con le grandi ha sfoderato sempre prestazioni di livello: il Rieti ha il miglior attacco, la miglior difesa e vanta solo una sconfitta; 3 pareggi (di cui 2 in casa con Atletico e Trastevere) e un KO contro la Lupa.

La prima linea reatina è da mille e una notte. A Scotto e al capocannoniere Marcheggiani, autori di 26 dei 47 gol totali, è stato affiancato un mesetto fa Simone Minincleri, centrocampista avanzato che vede benissimo la porta e dalla grande esperienza in Interregionale. Un’autentica corazzata che però il Cassino riuscì a bloccare all’esordio casalingo in campionato: 1-1 al termine di una gara interrotta anche da un violento nubifragio che regalo il primo punto in classifica ai biancazzurri.

Foto Pagina Facebook Rieti

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *