Serie D – Cassino, un occhio al campo e uno al mercato: “Trattiamo una punta, faremo bene”

di Simone Tescione

Urbano lavora sul campo, Di Santo sulla squadra.
Pierluigi Di Santo, Direttore Generale del Cassino

CASSINO. Continua a ritmi serrati la preparazione del Cassino volta ad approntare la nuova stagione agonistica 2018-19.  A cadenza di due sedute giornaliere il folto gruppo agli ordini di mister Corrado Urbano suda sotto la cappa di calore della Città Martire alla ricerca della condizione migliore. Più fisico alla mattina, più tecnica al pomeriggio, il mister di Piedimonte San Germano regola i ritmi e i carichi di lavoro secondo la scaletta di marcia stilata assieme ai suoi stretti collaboratori. Venerdì è in previsto il primo test stagionale al “Salveti” che segnerà il debutto della truppa biancazzurra nella nuova stagione: arriverà il Pro Piacenza, formazione emiliana militante nel campionato di Serie C. Niente amichevoli con squadre dilettantistiche, dunque, il Cassino sarà chiamato a tre impegni da subito probanti nei prossimi giorni oltre a quello coi biancorossi: l’8 arriverà la Salernitana (Serie B), il 12 c’è la Turris (Serie D). E sempre nell’impianto di casa.

Intanto sul fronte mercato si muove ben poco. O è almeno quello che si vede. Il direttore generale Pierluigi Di Santo sta vivendo una fase di calma apparente avendo piazzato diversi colpi ma, tuttavia, il mercato non è chiuso: all’appello mancherebbero ancora un paio di elementi per completare la rosa. Sicuramente un attaccante come ci viene confermato dalla viva voce del dirigente biancazzurro: “Stiamo trattando un elemento offensivo under – commenta il dirigente cassinate – a livello numerico lì siamo un po’ scoperti, negli altri reparti no. Ora è il tempo di fare qualche valutazione circa l’aver azzeccato o meno gli innesti, attendiamo le prime amichevoli per le risposte iniziali ai nostri sforzi”. Tutto rimandato a partire da venerdì, dunque.

Artattoo Cassino

Ma la verità è che Di Santo ha bene in mente la sua architettura di squadra e, forse, qualche elemento d’esperienza proverà a piazzarlo, forse in prima linea ancora. Le tempistiche? Lunghe, scivoleremo verso la chiusura delle contrattazioni. Col passare del tempo le pretese di agenti e calciatori potrebbero morigerarsi e quello sarebbe il momento giusto per affondare il colpo per l’esperto direttore generale alle prese con i budget di spesa ma sempre e costantemente in agguato. “Il Cassino così com’è può disputare, in ogni caso, un grande campionato – afferma ancora Di Santo – abbiamo i mezzi per rimanere attaccati al gruppone di testa. A dicembre il salto un eventuale salto di qualità? Se ne potrebbe anche parlare ma adesso è il caso di concentrarci sul nostro lavoro che non è ancora finito”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è il presidente cassinate Nicandro Rossi che non lesina parole al miele per il suo dirigente: “Si tratta di una figura di valore che ha sta dando tanto alla nostra società, organizzativamente e a livello di competenze – spiega il patron biancazzurro – siamo felici di averlo con noi perché è un surplus. La squadra? Mi piace tanto, dobbiamo migliorare il piazzamento dell’anno passato non ponendoci limiti. Se sarà necessario nel mercato di riparazione interverremo”.

Condividi...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi