Serie D – Cassino, Della Pietra soddisfatto del punto: “Bravi noi a limitare l’Atletico”

di Simone Tescione 

Il Cassino torna dalla trasferta del Paglialunga contro l’Atletico con un carico di ottimismo.

CASSINO. Ci sono motivi per sorridere in casa cassinate. A cominciare dalla rottura del (troppo lungo) digiuno lontano da casa. I biancazzurri tornano a portare fieno esterno sotto l’abbazia come da quel 26 novembre scorso quando s’imposero a Lanusei. Da quel giorno sono seguite trasferte avare di punti, ma non di prestazioni. Contro l’Albalonga il Cassino fece una grossa partita, sfiorando la marcatura in più circostanze, ma arrendendosi ad un calcio di punizione. A Sassari la rimonta subita fu bruciante nell’ultima mezz’ora. A Rieti pure, gli episodi marcarono la differenza col rosso a De Cristofaro.

Tradotto: il Cassino stava maturando il risultato prestigioso. Ed è arrivato ieri, grazie ad una gara giocata d’attesa ma con un’intensità straordinaria riuscendo a mettere la museruola al secondo miglior attacco del torneo: «L’Atletico ha tirato a rete solo 3 volte in casa propria in 90 minuti- dichiara a freddo il portiere cassinate Luca Della Pietra– credo che i romani avessero dovuto fare qualcosina in più, ma se non ci sono riusciti è per merito nostro. Abbiamo fatto una partita di sacrificio nell’intento di limitare il loro palleggio, interpretando nel miglior modo possibile il match, il punto è stato di carattere».

Il portiere del Cassino Luca Della Pietra

Il Cassino ora si trova ad aver affrontato quasi tutte le formazioni di testa (Trastevere a parte) ed è distanziato dai play off di appena 3 punti: «Il campionato è ancora lungo, non credo che il calendario sia un vantaggio a questo punto- aggiunge Della Pietra- dovremo affrontare tutte squadre che sono in lotta per non retrocedere e quindi ci vorrà il massimo impegno, nessuno ci regalerà niente, giochiamo spensierati perché i play off sono un’opportunità ma non un imperativo».

Raggiante anche il presidente Nicandro Rossi: «Sono davvero contento della squadra- commenta il primo dirigente biancazzurro- stiamo facendo un ottimo lavoro. Non vedo l’ora tornare a giocare in casa perché sono convinto che Urbano darà spazio ad altri ragazzi come fatto per Camara. Ed è sotto gli occhi di tutti quanto siano di qualità. Lasciamo crescere questa società senza assilli, ce la stiamo mettendo tutta».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi