Sciopero dipendenti Skill in Unicredit. Ugl: “Proseguono tagli di ore lavorate e agevolazioni”

Incroceranno le braccia per l’intera giornata di domani le circa 20 lavoratrici della società Skill che si occupa della pulizia degli istituti bancari Unicredit della provincia di Frosinone.

CASSINO. Ad indire lo sciopero il sindacato UGL che ha deciso di dire basta ad una situazione divenuta ormai insostenibile. Dopo anni di cambi d’appalto e di gare puntualmente al ribasso che hanno portato alla riduzione sistematica dei contratti di lavoro, sia nella parte dell’orario che in quella della retribuzione, si è arrivati al punto più basso.

«La Skill – riferisce l’UGL Frosinone – ha per molto tempo usufruito dei contributi dei contratti di solidarietà che hanno ulteriomente penalizzato le maestranze. Ora, venute meno queste agevolazioni, ha intenzione di ridurre ulteriormente le ore di lavoro di circa il 50%. Questo significa che alcune addette alle pulizie andrebbero a percepire 53 euro mensili ed altre arriverebbero ad un massimo di 500. Retribuzioni da fame che non possono certamente essere considerati degli stipendi. Le dipendenti hanno già fatto molti sacrifici venendo incontro alle esigenze della società ma adesso dobbiamo dire basta. Per questo – sottolinea il sindacato – attueremo uno sciopero per l’intera giornata di domani e se non ci saranno risposte da parte dell’azienda andremo avanti con la protesta fermandoci anche lunedì. Una protesta questa che assume un significato più ampio perché va messo un freno alla precarizzazione ormai dilagante nel mondo dei servizi dove le gare sono sempre più al ribasso e si è superato ogni limite».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *