Il punto di Eccellenza e Promozione. Il Cassino allunga a +4, Morolo respira. Anagni rullo compressore

CASSINO. Il Cassino rilancia prepotentemente le proprie quotazione in vetta vincendo, a fatica, la gara con il Pomezia che ha dimostrato essere molto di più di quanto dica la sua classifica che lo rilega nell’anonimato della unnamed-16fascia centrale. Giglio e doppio Corrado la spuntano sui tentativi di pareggio da parte di Gamboni e Ceccarelli che almeno un punto avevano pregustato di portare a casa, riuscendo a riprendere due volte su tre i cassinati. Se una settimana fa i biancazzurri si rammaricavano perché il Colleferro era più vicino, adesso riprovano a riprendere il largo. I rossoneri non vanno oltre il pari in casa del Cedial Lido dei Pini, seppur passati in vantaggio. Sono 4 ora le lunghezze di svantaggio dalla formazione dell’abbazia per i romani che ora devono guardarsi le spalle dall’Artena, la quale, vincendo facile con la pericolante Racing, accorcia a -1 dalla posizione “argento”. Più in ritardo Aprilia e Formia che pareggiano entrambe rispettivamente con Audace e San Cesareo.

Il Serpentara, unica squadra a battere il Cassino, cede col Morolo che guadagna 3 punti di platino e riprende la marcia verso la salvezza diretta dopo una serie interminabile di KO di fila. Sempre in chiave permanenza, l’Unipomezia vince con il Roccasecca e prova a tirarsi fuori dai guai. Bene anche il Gaeta che batte il Monte San Giovanni Campano, prossimo avversario di Mercurio e soci, e lo affonda. Male anche l’Itri sempre fanalino di coda dopo aver perso anche ad Arce.

ECCO RISULTATI E CLASSIFICA

copyshop-cassino-300x250In Promozione, è inarrestabile la corsa dell’Anagni che vince anche in casa del temibile San Michele e conserva 5 punti di vantaggio sull’Insieme Ausonia che non ha problemi a vincere contro l’Aurora Vodice sempre più staccata in coda. Il Terracina dopo aver perso lo spareggio per il secondo posto, riprende la marcia battendo di misura il Priverno confermandosi terzo, anche se staccatissimo dalla vetta -11. Il Real Cassino si conferma quarta forza del campionato pareggiando contro il Tecchiena che in casa si conferma essere un osso duro. In chiave play off bell’affermazione dello Sporting Vodice che vince a Minturno e dell’Alatri che passa a Sant’Angelo contro la Theodicea che rimane sempre sulla linea di galleggiamento dei play out; ne fa 3 il Suio al Pontinia che trema nelle retrovie. Sempre in chiave salvezza l’Hermada perde a Sezze e sorride perché allontana la zona calda. Pari che fa classifica è quello tra Arpino e Lenola.

ECCO RISULTATI E CLASSIFICA

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi