Mondo senza pace. Iran, 3 kamikaze si fanno esplodere a Teheran: 1 in Parlamento e 2 al mausoleo di Khomeini: “Almeno 7 morti”. Media: “Isis rivendica”

Teheran è sotto attacco terroristico. Un commando armato è entrato in azione al Parlamento e uno dei membri si sarebbe fatto esplodere. Negli stessi minuti un kamikaze si è fatto saltare in aria e miliziani hanno Sostieni la ricerca in Neuromed: Metti la tua firma sul futuro della ricerca Sanitariaaperto il fuoco sulla folla al mausoleo dell’ayatollah Khomeini. I media iraniani segnalano anche un attacco nella vicina stazione della metropolitana. Al momento si contano almeno due morti e 12 feriti. Ma, secondo l’agenzia Tasnim, le vittime nel solo attacco al palazzo sarebbero 7 e altre quattro si trovano ostaggio. Secondo l’agenzia di informazione curda Rudaw un secondo kamikaze si è fatto esplodere al mausoleo. L’agenzia austriaca Apa, che cita l’iraniana Fars, riporta che l’Isis ha rivendicato l’attacco. Secondo il ministro iraniano dell’Intelligence, Mahmoud Alavi, a entrare in azione sono stati “diversi gruppi di terroristici“.

Tutto è iniziato attorno alle 11 quando tre uomini armati di pistole e kalashnikov hanno preso d’assalto il Majlis, edificio sede dell’assemblea parlamentare, aprendo il fuoco contro gli agenti di guardia per poi fare irruzione nell’edificio. Un uomo della sicurezza è rimasto ucciso e ci sono otto persone ferite tra cui un membro dello staff parlamentare e due ospiti. L’operazione è ancora in corso e le forze di sicurezza iraniane hanno chiuso tutte le strade attorno al palazzo, isolando la zona, prima di far entrare in azione le teste di cuoio che dopo uno scontro a fuoco hanno bloccato uno degli assalitori. Un altro si è barricato in una stanza del complesso molto ampio del Parlamento e avrebbe detto di avere una cintura esplosiva. Secondo Rudaw, quest’ultimo attentatore si è fatto saltare in aria. Secondo altri media internazionali l’esplosione è avvenuta al quinto piano dell’edificio. Il ministero dell’Intelligence ha annunciato l’arresto di uno dei quattro uomini entrati in azione.

I media iraniani riferiscono che i deputati presenti nel Parlamento nazionale durante l’attacco hanno gridato all’unisono lo slogan: “Morte agli Stati Uniti, abbasso gli Stati Uniti”. I parlamentari si trovano nell’aula generale, un ampio emiciclo dove si svolgono le sessioni generali che è stata intanto blindata dalle forze dell’ordine. I terroristi sono riusciti a penetrare in altre ali dell’ampia struttura.

Una seconda sparatoria si è verificata quasi in contemporanea al mausoleo dedicato all’ayatollah Ruhollah Khomeini, che si trova nella zona sud della capitale, dove è entrato in azione un commando di 4 uomini. Uno dei quattro indossava un giubbotto esplosivo e si è fatto esplodere, uno è stato ucciso dalle forze di sicurezza e gli altri sono stati arrestati. Lo ha detto il governatore di Teheran, citato dalla Tv di Stato Irib. Subito dopo, secondo diversi media iraniani, si sarebbe verificato un terzo attacco, anche questo suicida, nella vicina stazione della metropolitana.

FONTE: Il Fatto Quotidiano

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi