Memory Hole, ecco il progetto che mira a sviluppare memoria, cultura e turismo a Cassino

CASSINO. Stamattina il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro ha incontrato l’architetto Mario Sacco della Paul Murphy Architects di Londra per discutere della realizzazione del “Memory Hole”, ovvero la serie di progetti collegati tra di loro che, analizzando l’evoluzione storica della città fino a giungere ai giorni nostri, suggeriscono la ricucitura tra il presente ed il futuro delle tracce storiche, materiali e immateriali. L’architetto Sacco ha consegnato nelle mani del sindaco un elaborato progettuale e la stima dei costi del I lotto funzionale del piano di lavoro.

«La prima fase del progetto – ha affermato Sacco – vuole mettere in evidenza, dove possibile, i luoghi deflagrati dal hartigans-cervaro-cassino-bannerbombardamento del 1944 attraverso una serie di sottili incisioni circolari, in ottone o acciaio “corte”, nel mando stradale, questi elementi metallici conterranno informazioni relative al bombardamento. Il progetto propone, inoltre, di evidenziare l’impronta urbana prebellica mediante l’utilizzo di una differente pavimentazione che ripercorra le tracce dei vecchi edifici. Attraverso entrambi gli interventi i visitatori ed i cassinati potranno comprendere il complessivo livello di distruzione della città in rapporto al tessuto odierno. Il progetto “Cassino Memory Hole” ha come ambizione che il “vuoto nella memoria collettiva”, causato dalla devastazione totale della città, possa essere colmato reinterpretando la sua stessa storia attraverso una serie di interventi non invasivi e attentamente pianificati. Questi ultimi riconoscendo e valorizzando i resti dell’antica città, ancora leggibili sotto forma di rovine nell’impianto stradale della città contemporanea e nelle più ampie connessioni storico-culturali».

«E’ un progetto molto ambizioso, – ha detto, invece, il primo cittadino – ma la città di Cassino per la sua storia e il suo ruolo nel Lazio Meridionale merita un simile approccio per rivestire sempre più un ruolo di primissimo piano nel prossimo futuro. La Memory Hole rappresenta una serie di interventi che nel loro complesso formano un insieme molto più forte di iniziative che cercano di elevare la notorietà della città. Attraverso una connessione tra o, questo progetto potrebbe: celebrare la ricca memoria storica della città e incoraggiare ulteriori studi e collaborazioni con Università ed istituzioni europee, creare vantaggi economici incrementando le attività turistiche e, quindi, il settore terziario, promuovere e creare opportunità di scambi culturali tra scuole ed università di tutto il mondo

Ovviamente alla luce di tutto ciò siamo alla ricerca dei fondi che possono consentire la realizzazione di questa importantissima opera, che potrebbe essere finanziata attraverso le risorse messe a disposizione dell’Unione Europea ed il contributo dei privati».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi