Mafia Capitale- Condannati Buzzi, Carminati e politici di destra e sinistra. Cade l’accusa di associazione mafiosa

E’ arrivata in questi minuti la sentenza di primo grado per il processo di Mafia Capitale. I giudici della X sezione del Tribunale di Roma sono stati chiamati a giudicare i 46 imputati, l’organizzazione avrebbe condizionato la politica romana.

Condannato a vent’anni di carcere Massimo Carminati personaggio indicato al vertice dell’associazione criminale, Ristorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotonda11 anni per il suo storico braccio destro Riccardo Brugia. 19 anni di carcere, invece, per Salvatore Buzzi, il ras delle cooperative. All’appello non sfuggono i politici. Tutti da destra a sinistra.

Mafia Capitale annientò la giunta di Roma, all’epoca dei fatti col Pd al comando anche se la storia non pareva andar diversamente nelle giunte di centrodestra. Di fatto quest’inchiesta portò il Movimento 5 Stelle al governo della Capitale d’Italia.

Sei anni, dunque, per l’ex presidente dell’Assemblea capitolina del Pd, Mirko Coratti, undici per l’ex capogruppo di Forza Italia in Regione Lazio, Luca Gramazio, dieci per l’ex amministratore delegato dell’azienda dei rifiuti capitolina, Franco Panzironi, cinque per Andrea Tassone, il democratico che era presidente del Municipio di Ostia. Condannato anche Luca Odevaine, ex responsabile del tavolo per i migranti, per lui 6 anni e mezzo.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi