La salute orale non va in vacanza. Arrivano i 12 consigli AIOP salva-sorriso dell’estate

La salute dei denti non va in vacanza, per questo prima di partire è consigliabile prenotare in tempo visite di controllo e portare nel beauty i farmaci giusti

L’estate si sa, tra scottature, congestioni ed altri inconvenienti estivi,  basta un niente che potremmo dire addio alle nostre vacanze. Anche con un mal di denti inatteso, un’otturazione che salta, un dente che si scheggia le vacanze possono finire improvvisamente, soprattutto se si è lontani da casa.

In molti casi basterebbe aver maggior accortezza della propria salute orale e sottoporsi agli opportuni controlli per evitare brutte sorprese.

Dagli esperti dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP) arrivano i consigli per preservare la bellezza e la salute del sorriso durante le ferie.

Decalogo AIOP salva-vacanze spiegato dalla Dottoressa Rongione 
La Dottoressa Rongione, dello Studio Odontoiatrico Rongione, ci spiega il decalogo AIOP salva sorriso, per andare in tutta sicurezza in vacanza
Dott.ssa Maria Pia Rongione
  •  La prima regola è Prevenzione: programmare una visita di controllo in previsione delle imminenti vacanze, giocando d’anticipo è sempre l’arma migliore. Questa regola vale soprattutto per coloro che hanno una dentatura delicata, sulla quale sono già state eseguite cure di una certa importanza, senza dimenticare che lesioni dentali ‘silenti’ sono frequenti anche in bocche sane. Una visita specialistica pre-vacanza è comunque consigliata.
  • Oltre al controllo, è opportuno sottoporsi a una seduta di igiene professionale (ablazione del tartaro) specialmente se non la si effettua da molto tempo, così da eliminare la placca e il tartaro, cause di infiammazioni gengivali ed infezioni paradontali.
  • In caso di viaggi in aereo o immersioni subacquee, chiedete al dentista di verificare lo stato di salute delle vostre vecchie otturazioni: se queste fossero inefficaci o infiltrate con gli sbalzi di pressione potrebbero dare luogo a dolori molto fastidiosi. Se un’otturazione dovesse saltare, è necessario evitare bevande o cibi troppo freddi e tenere il dente il più pulito possibile. Per diminuire il dolore provocato dal contatto con gli alimenti, si può porre, durante i pasti, nella cavità un piccolo batuffolo di cotone, aiutandosi con uno stuzzicadenti. Mi raccomando non spingetelo troppo in profondità, si formerebbe un’area di proliferazione batterica che vi causerebbe maggior dolore.
  • Nel caso in cui prima della partenza vi dovete sottoporre a qualche piccolo intervento chirurgico orale evitate di esporvi al sole intenso nei primi giorni. L’eccessivo calore, infatti, determina vasodilatazione, aumentando il rischio di gonfiori. Dopo il trattamento ewwwseguite scrupolosamente i consigli del vostro dentista.
  • Qualora aveste delle corone fissate con un cemento provvisorio o vecchie protesi fisse, fatevele controllare prima di mettervi in viaggio, in modo da ridurre il rischio di distacchi durante le vacanze.
  • Se siete portatori di protesi mobili e apparecchi ortodontici è bene sottoporsi ad un controllo preventivo almeno due settimane prima di partire.
  • Se avete protesi fisse o rimovibili ancorate ad impianti osseointegrati, portate con voi il “passaporto” implantare coi codici dei vostri impianti: in caso di necessità sarà più facile per il dentista che vi prenderà in carico identificare la componentistica corretta.
  • Fatevi consigliare dal dentista di fiducia su eventuali farmaci (antidolorifici, antibiotici ecc) da usare in caso di necessità.
  • Qualora un mal di denti vi assalisse all’improvviso, potete ricorrere all’analgesico che vi è stato consigliato o che comunemente utilizzate per il mal di testa o il mal di schiena. Ricordate però che gli antinfiammatori vanno presi a stomaco pieno e seguendo il dosaggio consigliato.
  • In presenza di un ascesso, per lenire il dolore si può applicare sulla guancia del ghiaccio o sorseggiare acqua molto fredda. Con l’ascesso, l’unico rimedio è una terapia antibiotica che contrasti l’infezione. In assenza del proprio dentista, è consigliabile contattare la Guardia Medica per farsi prescrivere la cura.
  • Nel caso in cui si rompe un dente (o si scheggia), va evitato il contatto con cibi e bevande troppo fredde. In presenza di dolore si può assumere un antinfiammatorio, ma solo dopo aver chiesto consiglio al medico o al farmacista. Al più presto, se si tratta di un dente anteriore, si deve informare il dentista che valuterà se è possibile “riattaccare” il pezzo di dente staccato che, nel frattempo, deve essere conservato nel latte, nel liquido delle lenti a contatto o in una soluzione di acqua e sale.
  • Infine, se in previsione del viaggio, vorrete un sorriso smagliante e a prova di selfie , quando il vostro odontoiatra avrà controllato lo stato di salute dei denti e delle gengive, potrete chiedere di effettuare una pulizia dei denti e uno sbiancamento.

Molto importante è ricordare di mantenere sempre e comunque una accurata igiene orale e di eseguire sempre i consigli del medico odontoiatra.

 

Dott.ssa Maria Pia Rongione

Via Arigni,86 Cassino

0776 311888

www.studioassociatorongione.it

FB Studio Odontoiatrico Rongione

 


Leggi anche:

Farmaci d’estate, poche precauzioni per vivere la bella stagione senza rischi

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi