La polizia a scuola per tenere la guardia alta sul cyberbullismo: sul tavolo anche il fenomeno del “Blue Whale”

Nell’ambito di un impegno continuo e costante per prevenire e contrastare ogni forma di comportamento prevaricante, il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi  ed il ResponsabileArtattoo della Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni Sost. Comm. Tiziana Belli hanno incontrato 150 alunni della Scuola Media Aldo Moro di Frosinone per analizzare il fenomeno del cyberbullismo.

Si manifesta con un attacco continuo, ripetuto, offensivo e sistematico attuato mediante gli strumenti del web, dove il cyberbullo  colpisce la vittima ad ampio raggio, senza  limiti spazio temporali.

Importante, in questo caso, è il ruolo del gruppo osservante: il suo dissenso o consenso può disincentivare o incentivare  il comportamento vessatorio.

La giovane platea è stata pertanto sollecitata ad un uso attento di internet, affinché sia consapevole del mondo virtuale che sceglie di “vivere”, in quanto le attività svolte online sonoRistorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotonda reali ed hanno conseguenze nel quotidiano.

Le esperte della Polizia di Stato hanno invitato infatti a riflettere sulle tragiche conseguenze del “gioco” che istiga al suicidio, “Blue Whale”.

È un game, diffuso in rete, che comprende 50 prove: le prime di solito inoffensive, per  poi  passare a livelli sempre più difficoltosi,  fino alla fase finale che è rappresentata dal suicidio, proprio come la balena blu che si dà la  morte spiaggiandosi.

“Accedere il cervello prima di accedere ad internet” è la parola d’ordine della Polizia di Stato.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi