Incontra la ex col nuovo ragazzo in un locale: picchia tutti. Denunciato 23enne

Non si rassegna alla fine del rapporto e quando la incontra con il nuovo ragazzo parte l’aggressione in un locale.

CASSINO. Una coppia di fidanzati è vittima di un furioso impeto di gelosia da parte di un cuore “infranto”. Il Artattoo Cassinoragazzo, che non si è mai rassegnato alla fine della relazione sentimentale con l’ex, incontrandola in un locale del capoluogo in compagnia del nuovo boyfriend, inizia a proferire offese e minacce.

Ben presto però dalle parole passa ai fatti: colpisce i due con calci e schiaffi, spintonandoli tra i tavoli, ma non solo, il violento si scagliava anche contro il titolare dell’esercizio intervenuto per bloccarlo e contro un addetto alla ristorazione, colpendolo con uno sgabello di legno.

La sua ira violenta si placava soltanto quando capiva che era stato allertato il 113, e si dava alla fuga.

Giunti sul posto, gli agenti della Squadra Volante, ricostruiscono l’accaduto e acquisiscono notizie utili per identificare l’aggressore: si tratta di un 23enne dell’hinterland frusinate, per il quale scattava la denuncia.

La Polizia di Stato invita sempre le vittime a denunciare le violenze subite, in considerazione che molto spesso, soprattutto nei casi di violenza di genere, le donne si nascondono dietro il muro del silenzio non trovando il coraggio di denunciare i loro aguzzini.

Dall’inizio dell’anno è stato adottato  il protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite), che consente agli equipaggi diRistorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotonda Polizia, allertati dalle sale operative, di intervenire su casi di violenza domestica, verificando in tal modo se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare.

Attraverso la compilazione di una checklist, inoltre, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, si possono  tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenze reiterate.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi