Hartigan’s Pub, omaggio ai Creedence Clearwater Revival per chiudere un luglio di grande musica live

Un grande mese di luglio è andato in scena all’Hartigan’s Pub di Cervaro con gli appuntamenti di musica live dove si è ballato, si è cantato, si è m13668948_835521209915128_1511631778645280486_nangiato, si è bevuto, ci si è divertiti…e possiamo fermarci proprio ora? Certo che no. E infatti, non c’è da temere, perché il buon Emilio sa come soddisfare i vizi musicali e di palato della propria clientela, e dunque continuano i grandi venerdì di musica dal vivo targati Hartigan’s per l’ultimo appuntamento del mese. Nella meravigliosa location del Temple Bar Garden andrà in scena Run through the Jungle per un sapiente omaggio ai gloriosi Creedence Clearwater Revival.

13645068_829079553892627_3619333991099957060_n (1)Il gruppo che domani sera delizierà i clienti del pub cervarese, intende rendere merito con un atto di amore nei confronti di un’epoca, quella degli anni ’70, fatta di creatività, gusto, voglia di emancipazione e lotta alla guerra e all’odio. Ed è per questo che quattro musicisti, amici di vecchia data, hanno fatta propria quell’esperienza che vogliono riproporre. Vittorio Cicero, batterista ultradecennale con esperienza sui palchi tra Argentina e Italia, chiama a raccolta nel suo stud11990609_692895927510991_1636787502747200261_nio un manipolo di coriacei musicisti: un vecchio leone del rock, Tony Centofante, solido bassista e con lui tesse la tela della sezione ritmica di questa band, alla quale si aggiungono Angelo D’amata, spettacolare ed istrionico cantante chitarrista che con la sua voce potente ed espressiva fa rivivere le oniriche atmosfere del maledetto Vietnam descritto in Run Through the Jungle, e Carlo Fantini, vecchio collaboratore e compagno di avventure di Vittorio Cicero, che ha il compito di 943786_784601488340434_4104344590477663928_npuntellare la voce di D’Amata con assoli acidi e ritmiche ipnotiche. Domani sera toccherà a Luciano Cicero, anima ritmica simbiotica del fratello Vittorio, il compito di sostituire l’infortunato Centofante per regalare al pubblico dell’Hartigan’s ancora un venerdì live da pelle d’oca.

Musica di livello e scenografia mozzafiato. Vicino a questo come si fa a non mettere cibo d’autore? Detto fatto. Fritti, sfizioserie, panini preparati al momento, pizza esclusivamente cotta al forno a legna, dolci fatti in casa e la birra più ricercata, sono di casa all’Hartigan’s per un nuovo appuntamento da non perdere per le orecchie e le papille gustative. E poi vuoi mettere la frescura di Cervaro?

Questo è l’Hartigan’s Pub.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi