Fermato per un controllo, era evaso dai domiciliari: si fa ricoverare per “giustificarsi”

Per giustificare l’evasione dai domiciliari si fa ricoverare per un presunto malore.

CASSINO. La Squadra Volante della Questura fermava, a Frosinone, una coppia, nota alle Forze dell’Ordine. In particolare Ristorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotondal’uomo risultava essere in regime degli arresti domiciliari e pertanto gli viene contestata l’evasione. L’inottemperante, vistosi scoperto, cercava di giustificare il suo gesto con l’urgenza di essere visitato da un medico a causa di dolori lancinanti. Disattesi comunque gli obblighi impostigli dalla legge: in caso di malore va avvertito l’organo preposto ai controlli. I poliziotti, allertavano i sanitari, che provvedevano a trasportare l’uomo presso il locale Pronto Soccorso. L’evaso, credendo di averla fatta franca, una volta giunto presso la struttura, si sottrae alle cure. L’episodio non sfuggiva, ovviamente, alla Squadra Volante.

Inoltre gli agenti, nel perlustrare una zona nota come piazza dello spaccio, fermavano per un controllo un uomo, un 26enne cassinate. Da accertamenti effettuati attraverso la banca dati Interforze emergeva che lo stesso annoverava numerosi precedenti di polizia in ordine ai reati di furto, ricettazione e violazione in materia di stupefacenti. Scattava la proposta di Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Frosinone.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi