Farmaci illegali – Il vademecum della Regione per evitare (inutili) rischi

Campagna di informazione e prevenzione contro i crimini farmaceutici dell’Ordine dei Farmacisti di Roma con la partecipazione di Federfarma Lazio.

Artattoo

CASSINO. Meno di un farmaco su 100 di quelli offerti sul web è sicuro. Secondo i controlli effettuati da LegitScript, l’agenzia che aiuta Google a individuare le farmacie pirata, soltanto lo 0,6 per cento dell’offerta complessiva di farmaci sul web è legale.

Ovvero, meno di un farmaco su 100 proposto in vendita su internet offre sufficienti garanzie di sicurezza. Un dato che da solo basta a indurre alla prudenza e che va incrociato con un’altra fondamentale informazione: la vendita di farmaci online, in Italia, è limitata ai soli prodotti da banco (quelli che non richiedono la prescrizione del medico curante) ed è consentita solo nei negozi on line approvati dalle autorità sanitarie del nostro Paese, dotati di un apposito bollino di riconoscimento che consente di verificare la loro presenza in un apposito elenco tenuto dal Ministero della Salute.

I cinque campanelli d’allarme ai quali devi sempre prestare attenzione. In caso di acquisti di farmaci on line, devi sempre dubitare di quei siti che:

● consentono di acquistare farmaci con obbligo di prescrizione medica pur in assenza della stessa
● vendono farmaci che non sono registrati e non sono in commercio nel nostro Paese
● inviano farmaci senza indicazioni sulla loro origine
● non offrono alcun riferimento per contattare gli amministratori del sito
● vendono prodotti a prezzi sensibilmente più bassi rispetto a quelli delle farmacie

Quando si rende necessario l’acquisto di un farmaco c’è da tenere sempre a mente la regola d’oro formulata da uno dei più autorevoli farmacologi italiani, il prof. Silvio Garattini: «Ricorrete sempre al medico per la prescrizione dei farmaci e acquistateli solo in farmacia, o dove è presente un farmacista, che con la sua professionalità si assume la responsabilità della distribuzione».

mr-svapo-shop-cassino

Nella filiera tradizionale del farmaco – garantita dalla ricerca scientifica, dalle autorità sanitarie, dall’industria farmaceutica che produce i farmaci seguendo rigorosamente le Norme di Buona Fabbricazione e di Controllo di Qualità, dalla prescrizione del medico e dalla dispensazione del farmacista – la percentuale dei farmaci contraffatti è praticamente nulla.

Cercare scorciatoie per acquistare i farmaci altrove, quasi sempre senza sapere nemmeno bene cosa, dove e da chi stai comprando, è un azzardo molto, molto pericoloso.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *