Droga in carcere a Rebibbia, coinvolta anche una cassinate

Anche una donna di Cassino sarebbe coinvolta nell’ambito di un’operazione che ha portato al fermo di sei persone da parte dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma.

Ristorante Pizzeria La Cortiglia - VallerotondaL’accusa sarebbe quella di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti continuata e aggravata in carcere e perpetrata nel penitenziario di Rebibbia, così come la cessione di telefonini con cui veniva ordinato lo stupefacente.

Secondo gli inquirenti, gli scambi avvenivano durante i colloqui con il “materiale” celato tra le parti intime. Una volta dentro le droghe venivano rivendute agli altri detenuti.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi