Coppa Italia – Un colpo di testa di Prisco stende la Vastese: Cassino ai sedicesimi

Cassino – Vastese 1-0 

Cassino: Della Pietra, Tomassi, Gazzerro (24’ st Zegarelli), Brack, Centra, Mannone, Tribelli (38’ st Proto), Darboe, Prisco, Tirelli, Marcheggiani (47’ st Di Nardi). A disp.: Palombo, Sfavillante, Reali, Zegarelli, Nocerino, Di Nardi, Proto, Miele, Di Sotto. All.: Corrado Urbano.

Vastese: Morelli, De Meio (18’ st Colarietti), Ispas (41’ st Di Giacomi), D’Alessandro, Molinaro, Del Duca, Gianpaolo (34’ st Napolano), Pagliari, Leonetti, Ridolfi (26’ st Stivaletta), Shiba (14’ st Fiore). A disp.: Selva, Colorietti, Iarocci, Viscardi, Scutti, Di Giacomo, Napolano, Stivaletta, Fiore. All.: Ottavio Palladini.

Arbitro: Di Giovanni di Caserta. Assistenti: Russo di Napoli e Iocca di Isernia.

Marcatori: 30’ st Prisco (C)

Espulso: Molinaro per doppia ammonizione. Della Pietra para un rigore a Leonetti.

Note: terreno in condizioni perfette, giornata di sole. Spettatori: 400 di cui una cinquantina ospiti.

di Simone Tescione

Cassino. Un colpo di testa perentorio di Prisco spedisce il Cassino ai sedicesimi di finale di Coppa Italia di Serie D abbattendo le velleità della temibile Vastese.

Gara di orgoglio puro per i biancazzurri che hanno dovuto sopperire alle tante assenze con determinazione e spirito di sacrificio. Contro una delle candidate al salto nei prof dei girone F d’Interregionale, gli uomini di Urbano sudano la qualificazione ottenendola grazie all’incornata dell’ex Prisco ad un quarto d’ora dalla fine.

Il Cassino si presenta rimaneggiato: Urbano deve rinunciare ai lungo degenti Carcione, Camara e Lombardi ai quali si sono aggiunti Ricamato e Nocerino, quest’ultimo infortunatosi nel pre gara, al suo posto Centra a comporre un inedito 3-4-3 dettato dalle contingenze. La Vastese si propone col 4-3-3 con in avanti Shiba, Leonetti e Pagliari.

Gara che inizia immediatamente con un’emozione determinante: al 2’ Shiba brucia sullo scatto Gazzerro che in scivolata lo atterra: è rigore. Della Pietra si mette il mantello e intercetta il destro (non irresistibile) di Leonetti. I padroni di casa rispondono cross di Tomassi a cercare Prisco il quale viene anticipato da Molinaro che a momenti insacca la sua porta.

Artattoo Cassino

Al 33’ ancora Cassino minaccioso: Prisco svetta su tutti prendendosi un bell’assist di Tribelli, la sua capocciata è ricacciata dalla porta con una prodezza da Morelli. Un paio di minuti dopo Tribelli ispira Marcheggiani che tira, blocca il numero 1 ospite a terra. Al 36’ calcia da fermo Gianpaolo: brivido per Della Pietra. Al 40’ s’invola in solitaria Tribelli che entra in area ma spara su Morelli in uscita.

La ripresa si apre con gli abruzzesi più manovrieri: Pagliari calcia alto da buona posizione al termine di un fraseggio con Shiba. All’8 Vastese pericolosa con Shiba che tenta il sinistro a giro sul palo lungo con Della Pietra che smanaccia a lato. Al 17’ Della Pietra è bravo a sbarrare la strada in uscita alla conclusione di Leonetti. Due minuti dopo ancora Vastese a farsi viva con Pagliari il cui tiro cross chiama il portiere cassinate alla deviazione.

Al 29’ la Vastese rimane in 10 per effetto del rosso a Molinaro che si fa prendere il tempo da Marcheggiani e poi lo atterra lasciando i suoi in inferiorità. Alla mezz’ora il Cassino ne approfittaa: cross al bacio da destra di Centra e incornata micidiale dell’ex Prisco che buca l’incolpevole Morelli facendo esplodere il “Salveti”. Ai 16esimi di finale di Coppa Italia va il Cassino.

.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi