Come conservare lo spazzolino da denti? Aspetti da non sottovalutare

Mantenere pulito lo spazzolino è indispensabile, oltre che ad evitare di portare batteri esterni in bocca, anche per scongiurare infezioni.
Dott.ssa Maria Pia Rongione
Dott.ssa Maria Pia Rongione

Innanzitutto è buona norma non condividere mai il proprio spazzolino da denti con altre persone, mai. Condividerlo, infatti, oltre essere poco igienico può aumentare il rischio di infezioni. Germi e batteri possono essere trasferiti facilmente da una persona all’altra.

Per conservare in modo corretto il nostro spazzolino è essenziale evitare che venga a contatto con altri riposti. Per questo è consigliabile utilizzare appositi cappucci, che mantengono la testina dello spazzolino a riparo dal contatto con gli altri, oltre ad evitare il deposito di polvere e/o germi sulle setole. Nella scelta del cappuccio (protettore) consigliamo di prediligere quelli con fori laterali. In tal modo si facilita l’asciugatura delle setole evitando il deposito di polvere o formazione di muffa. Il nostro consiglio è anche quelli di utilizzare un porta spazzolini abbastanza ampio, per rendere ancora più difficile il contatto tra gli stessi. Infatti toccandosi si crea contaminazione batterica.

Come conservare lo spazzolino da denti e cosa evitare

Altrettanto importante è conservare lo spazzolino in posizione verticale, per favorire lo sgocciolamento dell’acqua evitando così la proliferazione di batteri.

Evita di riporlo in un contenitore chiuso, poiché l’umidità che si forma al suo interno farebbe profilare germi e batteri. Ricorda di sciacquarlo per bene dopo ogni utilizzo, in modo tale da eliminare ogni residuo.

Risulta essenziale per conservare l’igiene del nostro spazzolino conservarlo almeno ad un metro e mezzo dal gabinetto. Infatti, ogni qualvolta si scarica l’acqua del wc, nell’aria circolano molte micro gocce d’acqua contaminata depositandosi sugli oggetti circostanti, compreso il nostro spazzolino.

Va ricordato, inoltre, di conservare lo spazzolino in ottima forma, sostituendolo regolarmente, ogni due-tre mesi o quando notiamo che le setole iniziano a perdere la loro forma originale. Quello dei bambini andrebbe cambiato più spesso, poiché mentre lavano i denti tendono a morderlo o a strofinarlo maggiormente, consumando repentinamente le setole. Lo stesso vale quando ci ammaliamo, è sempre consigliabile gettare lo spazzolino una volta guariti.

Un ultimo suggerimento: non immergete lo spazzolino nel collutorio né in una soluzione disinfettante per igienizzarlo. Non esiste nessuna prova clinica a sostegno del fatto che, immergendo lo spazzolino in un collutorio antibatterico, o simili, si ottengano effetti benefici sulla salute orale.

Lo spazzolino da denti influenza la nostra salute orale, conservarlo correttamente dovrebbe essere parte integrante della routine quotidiana dell’igiene orale.

Dott.ssa Maria Pia Rongione

Via Arigni,86 Cassino

0776.311888

www.studioassociatorongione.it

 

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi