Cervaro, balli scatenati ma anche spunti per alcune riflessioni: i Modena City Rambles rapiscono il pubblico

 di Martina Salvatore

CERVARO. Dopo ben due settimane da quel 7 settembre, data in cui fu rinviato il concerto dei Modena City Ramblers per maltempimmaginekihgbljjbvbhjko chunnamed-1e imperversò su Cervaro in occasione dei festeggiamenti della Madonna de Piternis; ieri sera la lunga attesa è stata ripagata da una performance esplosiva da parte del gruppo emiliano.

In una piazza Casaburi gremita fino all’orlo non solo di giovani, ma anche di anziani e famiglie, in migliaia hanno partecipato al lungo ed entusiasmante concerto del gruppo emiliano.

La musica impegnata dei Modena City Ramblers ha raccontato numerose storie di grande valore umano, storico e politico, tracciando un excursus storico che va dal dopoguerra con Pasta nera, passando per la lotta alla mafia counnamed-2n i 100 passi fino al fenomeno dell’immigrazione della prostituzione degli ultimi anni con il brano Ebano.

Le loro canzoni hanno emozionato la folla, spinta a riflettere su temi importanti. I presenti hanno affermato quanto sia stata forte l’emozione di sentire in musica le storie della guerra che hanno sempre sentito raccontate dai nonni.

Nella piazza si è ballato e cantato al ritmo di Combat folk, come amano definire il loro genere i MCR, fino alla mezzanotte quando il cielo si è illuminato dei fuochi pirotecnici a chiudere, con “lieve” ritardo legato al maltempo, i festeggiamenti in onore dell’amata Madonna cervarese.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi