Cassino- Tunisino inneggiava alla Jihad e all’Isis dal carcere: espulso

I suoi comportamenti andavano nella direzione di una radicalizzazione molto marcata inneggiando, senza troppi veli, all’Isis.

CASSINO. Per questo è stato espulso un trentenne tunisino Artattoospostato dal carcere di Viterbo a quello di Cassino da circa un anno. Il nord africano non solo professava la Jihad “benedicendo” le recenti stragi in nord europa, ma si rendeva protagonista di aggressioni dietro le sbarre a chi non la pensasse come lui.

Un campanello d’allarme non da poco coi tempi che corrono, anche perché il rischio era quello di trovare altri adepti facendo proseliti dietro le sbarre, come già documenta la realtà dei fatti.

Per cui la questura, dopo un’attenta indagine, ha disposto il trasferimento in patria del giovane: sconterà ciò che rimane della sua condanna in Tunisia.

Immagine dal web

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi