Cassino. Strisce blu all’ospedale, scoppia la rivolta e D’Alessandro specifica: “Non di nostra competenza, lo è sosta selvaggia”

CASSINO. Negli ultimissimi giorni è saltata fuori la notizia, non ufficializzata, che il comune di Cassino stesse cercando di trovare una sintesi con l’Asl di Frosinone per dotare l’ospedale Santa Scolastica di Cassino di strisce blu in convenzione, anche se a prezzi agevolati allo scopo vista. Da una parte il bisogno di rendere la gara più appetibile in vista delle 35 riassunzioni del corpo uscente, dall’altra ciò eviterebbe all’Asl di dotarsi di un corpo d’agenti privati, come spiegato da D’Alessandro stesso a Ciociaria di Oggi.

Ma proprio in questi istanti c’è la specifica di D’Alessandro a seguito delle prevedibilissime polemiche che si sono sollevate in queste ore e che soprattutto sul web stanno imperversando.

«Il comune di Cassino non metterà nessuna striscia blu a pagamento presso il parcheggio dell’ospedale Santa Scolastica- si legge in un post su Facebook del comune a nome del sindaco- la zona di cui si sta parlando è di proprietà della Asl e l’unica convenzione che si potrebbe stipulare con l’azienda sanitaria locale è quella per offrire il supporto degli agenti della polizia municipale per il controllo della sosta selvaggia. Nessuna striscia blu o parcheggio a pagamento sarà predisposto dall’amministrazione comunale che non nè ha la competenza nè la volontà».

«Il comune non è nella posizione ne ha l’obiettivo di predisporre le strisce blu e Artattooquindi la sosta a pagamento nel parcheggio dell’ospedale Santa Scolastica. Questa ipotesi non è stata ventilata da nessuno dei membri di questa amministrazione, piuttosto il nostro impegno sarà quello di controllare che le macchine non vengano lasciate in sosta fuori dalle aree predisposte questo sarà per garantire la sicurezza degli utenti e facilitare la circolazione nelle zone antistanti l’entrata dell’ospedale quindi l’unica convenzione stipulata è stata quella che prevede una fase di controllo dell’area con uomini della municipale affinché verificano la regolarità delle vetture negli stalli, sulle rampe e davanti all’ingresso. Le strisce blu non potranno mai essere del Comune, qualora qualcuno deciderà di predisporre il parcheggio a pagamento all’ospedale saranno altri enti ma sicuramente non quello di piazza De Gasperi»- ha chiuso D’Alessandro cercando di smorzare le polemiche.

Ai cassinati brucia ancora l’aumento della Tari.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi