Cassino, il senatore Mastrangeli indagato per abuso edilizio. Stamane prima udienza

CASSINO. Stamane comparirà davanti i giudici del Tribunale di Cassino, o meglio manderà i suoi avvocati, il senatore del Gruppo Misto Marino Mastrangeli, ex Movimento 5 Stelle. Ciò che viene gli viene contestato è un abuso edilizio realizzato sulle sponde del fiume Rapido in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Da quanto si apprende, il senatore avrebbe fatto costruire un fabbricato di sua proprietà a ridosso di una sponda del fiume Rapido che è zona vincolata, a poca distanza dalla villa romana di Marco Terenzio Varrone, e dunque senza le necessarie autorizzazioni per ergerlo.

Il Gip che si occupa del caso, ha ordinato la rimozione della struttura ed il comune di Cassino si è costituito parte civile.

Il senatore Mastrangeli è stato il primo ad inaugurare la stagione delle espulsioni in casa 5 Stelle presentandosi, in inottemperanza a quelle che erano le disposizioni dell’allora accoppiata Grillo-Casaleggio che impedivano ai rappresentanti del Movimento di presentarsi in tv, ai microfoni di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 e L’Aria che tira su La7.

Nel Movimento Mastrangeli durò neanche il tempo di conoscere i suoi colleghi di partito: un mese e mezzo scarso prima di confluire nel Gruppo Misto.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi