Cassino, premiati i ballerini Ludovica Tescione e Carmine Fusco per i meriti sportivi dopo la vittoria mondiale

CASSINO. Prima dell’inizio dei lavori in Consiglio comunale di ieri sera, sono stati premiati dall’amministrazioneunnamed-23 D’Alessandro i campioni del mondo di danze caraibiche Ludovica Tescione e Carmine Fusco. A soli 9 e 11 anni i giovanissimi rappresentanti dello sport della Città Martire hanno sbaragliato l’agguerrita concorrenza laureandosi campioni del mondo all’IDO World Championship 2016 nelle discipline Bachata, Combinata Caraibica, Salsa e Merengue a metà ottobre nella fredda ma romantica città russa di San Pietroburgo (LEGGI ARTICOLO). Piccoli ma con già unnamed-19un palmeres lungo così, per la scattante coppia sono tante le soddisfazioni che la seppur giovane carriera di ballerini ha già regalato loro. A maggio si sono laureati campioni di europa e non sono al primo successo mondiale, oltre ad aver collezionato tutta una serie di titoli nazionali.

Ieri i due atleti della Cassino Dance, scortati dai maestri di ballo unnamed-21
Assunta Vessella e Alex Gargano in Consiglio, sono stati premiati dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro per aver portato alto il nome della città di Cassino nella rassegna mondiale, sotto gli occhi emozionati ed inorgogliti dei genitori. La madre della piccola è Barbara Di Rollo consigliere di opposizione tra le fila mosilliane ed ex annamariabanner4ballerina professionista insieme al marito Stefano Tescione.

Foto, applausi e attestati di stima da parte del primo cittadino che ha auspicato un futuro luminoso alla giovane coppia augurandosi che possano continuare a dare lustro alla città come fatto fino ad ora. Consegnate delle targhe a premio per i meriti sportivi. Infine la piccola Ludovica ha impugnato il microfono per leggere un discorso di ringraziamento: «Io e Carmine siamo bambini fortunati- ha detto non temendo l’uditorio- per il secondo anno consecutivo abbiamo vinto il mondiale e questo ci rende orgogliosi, ma siamo e resteremo due semplici atleti che amano la danza e non perderanno mai di vista il vero insegnamento dello sport agonistico ovvero l’umiltà e il rispetto».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi