Cassino, Polizia rintraccia diciottenne allontanatasi da casa che minacciava intenti suicidi

CASSINO. Nella tarda serata di ieri, presso gli uffici del Commissariato cittadino,  è stato denunciato l’allontanamento di una diciottenne,  di cui non si avevano più  notizie dal primo pomeriggio.

I familiari, preoccupati, raccontano agli inquirenti  che, dopo una discussione scaturita da futili motivi, la ragazza era andata via di casa, minacciando intenti suicidi. 

Le forze dell’ordine hanno attivano  immediatamente le procedure di  rintraccio attraverso il sistema di localizzazione c.d. “Salvataggio Vite Umane”, che consente alla Polizia Giudiziaria di tracciare l’utenza cellulare, proprio nei casi in cui viene palesato il pericolo di vita della persona allontanatasi.

In  brevissimo tempo il sistema ha rilevato la posizione del telefonino della ragazza, permettendo  di individuare la zona in cui  si era “rifugiata”, la casa di un’amica.

Nella nota della questura si legge «Il grande cuore della Polizia di Stato, va oltre il compito istituzionale, riuscendo anche a mediare tra la giovane ed i familiari, per il superamento delle incomprensioni da cui era scaturito l’allontanamento. Una storia a lieto fine nel segno della Polizia di Stato “esserci sempre”».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi