Cassino- Incontro anti Acea: la società civile non si arrende e si prepara clamorose proteste

di Simone Tescione

Fallita la strada dei ricorsi, i cittadini provano il tutto per tutto contro Acea organizzandosi autonomamente.

CASSINO. Ieri pomeriggio in pieno centro a Cassino c’è stata la prima adunata contro l’imminente passaggio della rete idrica comunale nelle mani della multinazionale dell’acqua ed energia Acea, prevista per il 1 luglio. Tra un paio di settimane infatti, anche il centro della Città Martire passerà in mani romane, così come già accaduto per le periferie cassinati e quasi la totalità dei paesi dell’hinterland. Calcolatrice alla mano, a parità di acqua consumata, il costo per famiglia si aggirerà su quattro volte quanto si paga adesso.

Mica spicci.

Per questo c’è stata la prima riunione organizzata via social nei giorni scorsi da parte di semplici cittadini che ha registrato un ottimo riscontro, come spiegano gli organizzatori.

Tutti accomunati dall’intento di salvaguardare un bene fondamentale che inevitabilmente verrà a costare sensibilmente in più rispetto alla gestione comunale. Inoltre Acea non brilla certamente per il servizio, anzi. Fatti alla mano, come sono testimoni di questi tempi alcune zone di Caira (già Acea) ogni giorno è una scommessa vedere se c’è acqua o meno.

Una privatizzazione mascherata da efficientamento, ma mica tanto.

Nel tardo pomeriggio di ieri c’è stata in zona della chiesa di Sant’Antonio, sotto i portici, la prima adunata dove è Artattoo Cassinoemersa la volontà di compiere disdette di massa. «Vogliamo proprio vedere se sono in grado di staccarci l’acqua a tutti- dicono gli organizzatori- dobbiamo essere uniti e disdire tutti i contratto col nuovo gestore, dobbiamo far rumore così da giungere sui principali media del Paese. E’ disobbedienza civile è una lotta di libertà».

Intanto già da oggi e per i prossimi giorni sarà presente in città un gazebo che spiegherà l’iniziativa e verrà installato Corso della Repubblica nelle vicinanze della chiesa di S. Antonio.

Il tutto sarà finalizzato a presenziare al prossimo Consiglio comunale cittadino previsto per mercoledì 21 giugno alle 18,00, allo scopo di far sentire la propria voce.

Nel pomeriggio di oggi, alle 19.30, al quartiere “Colosseo”, è previsto un nuovo incontro per spiegare gli effetti del passaggio ad Acea ai residenti della zona e promuovere nuove adesioni.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi