Cassino- Facevano acquisti con banconote false per “cambiarle” con quelle vere

 La truffa della Liberazione scoperta e bloccata dai carabinieri di Cassino.

CASSINO. Due persone sono stati tratti in arresto perché sorpresi a smerciare soldi falsi facendo acquisti nel centro della Città Martire. Nella mattinata del 25 aprile, sono stati segnalati due giovani che alla guida di un’auto spacciavano banconote false. Gli uomini del tenente De Luca hanno provveduto a diramare la ricerca dei rei. Un carabiniere del Comando di Cassino, libero dal servizio, mentre camminava nei pressi di un’attività commerciale, ha notato in sosta l’autovettura segnalata, con alla guida un giovane, in palese attesa, il quale è stato raggiunto poco dopo da un altro giovane appena uscito da un esercizio commerciale.

ArtattooI due, poco dopo, si sono fermati davanti ad un bar individuato come nuovo obiettivo, dove hanno comprato una bottiglia d’acqua.

Questo risultava essere il momento propizio: grazie all’aiuto di rinforzi i militari hanno bloccato e perquisito i due sospettati. All’interno dell’auto e addosso sono state trovate 40 banconote false da 20 euro, per un importo complessivo di 800 euro, e alcuni prodotti (cover di cellulare, gratta e vinci, sigarette ed una presa elettrica) ritenuti probabili acquisti effettuati con banconote false.

I due uomini sono stati tratti in arresto mentre le banconote e l’autovettura sottoposte a sequestro.

Per entrambi sono scattati gli arresti domiciliari.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi