Cassino calcio, Mercurio riprende ad allenarsi in vista del Formia. Derby dai dolci ricordi

di Antonio Tescione

CASSINO. Comincia oggi, per il Cassino, l’ultima settimana di preparazione in vista del debutto in campionato al Salveti col Formia. Un match che si annuncia già importante. Coi tirrenici appena tornati su dall’inferno della Promozione e i cassinati che riprovano la scalata alla serie D.

Occhio però. Non sempre in passato ha vinto la squadra più accreditata. Un esempio? Trentanni fa, di Giugno. Nella finale di Coppa Italia nazionale disputata a Viareggio. I formiani erano favoriti se non altro per la maggior categoria di militanza. Il Cassino era in Promozione, sotto la denominazione Policassino, allora non esisteva ancora il campionato di Eccellenza, il Formia in D che all’epoca si chiamava Interregionale. Allo Stadio dei Pini di Viareggio, contro ogni pronostico i biancazzurri, quasi tutti locali (Mignanelli, Capizzi, Di Paolo ecc.), demolirono la più quotata compagine tirrenica per 3 a 1 davanti a 400 tifosi arrivati dalla Città Martire con ogni mezzo.

Altra data storica per il calcio cassinate l’11 Maggio 2005. Stadio San Pietro ultima di campionato. Il Cassino deve vincere per rimanere in vetta alla classifica. Va sotto di un gol a metà secondo tempo, poi pareggia col Tortora e Raia negli ultimi secondi segna il gol del 2 a 1 che consente al Cassino di andare a disputare lo spareggio per la “D” con l’Almas e a vincerlo.

Il Cassino si presenta ai nastri di partenza dopo un precampionato da otto e mezzo. Senza macchia di sconfitta e con 34 gol all’attivo in 6 partite. Pur togliendo dal computo i 13 gol realizzati al Fiuggi ne rimangono sempre 21 che divisi per 5 gare fanno una media gol superiore a 4. In effetti chi ha visto la squadra in campo si è subito reso conto che davanti il Cassino ha un reparto molto attrezzato ed organizzato. Con buoni ricambi pure sulla linea dei giovani in età di lega che in campionato devono essere schierati obbligatoriamente. Pure il modulo studiato da mister Castellucci, con due punte strette per far spazio sulle fasce a due ali d’attacco, sicuramente favorisce il gioco offensivo.

Domani riprenderà ad allenarsi Mercurio rimasto fin qui fermo in infermeria ma difficilmente sarà in condizione per il derby col Formia. Fermo per squalifica pure il forte Ruggieri pertanto mister Castellucci probabilmente schiererà al centro della difesa il duo Berardi-Pifano già provato con buon esisto nell’ultima amichevole disputata e vinta col Casalnuovo,

Da Formia si annunciano in arrivo due corriere di  tifosi. In molti però alla luce del breve tragitto si organizzeranno con mezzi propri.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi