Cassinate- Le impediva di uscire e la minacciava: la polizia denuncia il convivente

La Squadra Volante della Questura ha denunciato un 26enne originario dell’hinterland cassinate per atti persecutori.

Sostieni la ricerca in Neuromed: Metti la tua firma sul futuro della ricerca SanitariaCASSINO. Le indagini sono scattate dopo che la ex convivente, una donna frusinate di 28 anni, stanca ormai di subire minacce di morte, insulti, atteggiamenti violenti, possessivi ed ossessivi da parte dell’uomo, ha deciso di recarsi presso gli uffici della Questura e raccontare la sua storia.

La 28enne ha riferito agli inquirenti che le veniva anche impedito di uscire di casa, di avere contatti con i parenti, di non poter utilizzare l’auto ed il cellulare. Gli investigatori ipotizzano addirittura che l’uomo, mediante un’App installata sul cellulare, monitorava anche eventuali spostamenti della donna.

La Polizia di Stato invita sempre a denunciare e a non subìre atteggiamenti violenti, ricordando che in aiuto delle donne vittime di violenza è stato adottato il protocollo E.V.A.

Si tratta di procedure che consentono agli agenti della Polizia di Stato di sapere se vi siano stati in passato altri episodi di violenza nello stesso contesto familiare e che, attraverso la compilazione di checklist, permettono anche in assenza di formali denunce, di tenere sotto controllo situazioni di disagio nelle quali intervenire in caso di reiterazione di fatti violenti.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi