Cassinate – Accusati di prendere acqua abusivamente: arrivano le denunce

Denunce per approvvigionamento fraudolento di acqua.

CASSINO. A conclusione di attività investigativa a seguito di denuncia presentata dalla Acea di Frosinone, i militari della Stazione Carabinieri di Piedimonte San Germano deferivano in stato di libertà le sotto indicate quattro persone per “furto aggravato di acqua e violazione di sigilli”: si tratta di un 71enne, originario della provincia di Caserta, poichè sostituiva fraudolentemente il contatore con uno simile, senza pagare l’approvvigionamento stimato dalla suddetta Società per un valore di mille euro.

Nella rete dei militari anche una 22enne, originaria della provincia di Pescara, di etnia rom, già censita per reati contro la persona e il patrimonio, la quale mediante un tronchetto di tubo e previo distacco dei sigilli, si allacciava fraudolentemente alla condotta idrica prelevando acqua senza alcuna autorizzazione.

Artattoo Cassino

Ancora, veniva denunciata una 43enne, originaria della provincia di Chieti, che mediante l’apposizione di un tronchetto di tubo, previo distacco dei sigilli, si allacciava fraudolentemente alla condotta idrica prelevando acqua senza alcuna autorizzazione, permettendo altresì, mediante un bypass, l’approvvigionamento abusivo alla condotta dell’appartamento occupato da una 57enne di nazionalità portoghese, che veniva pertanto anch’ella deferita.

Il contatore e i due tronchetti di tubo utilizzati fraudolentemente per gli allacci abusivi venivano sottoposti a sequestro.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi