Calcio. Vittoria del Cassino sul Colleferro: festa in campo e sugli spalti. Premiata la Laterale Sud

di Antonio Tescione

CASSINO. In mille stamattina al “Salveti” hanno festeggiato il ritorno del Cassino in serie D. Tutti in festa: calciatori, tecnici, dirigenti e addetti ai lavori. Non ultimi i tifosi che hanno coperto la tribuna laterale coi colori biancazzurri e ricevuto una targa dall’amministrazione civica “Ai Fedayn-si legge-per i quarant’anni della vostra fondazione un riconoscimento per lo straordinario supporto che date alla squadra della vostra città”. “Dietro una grande squadra ci sono sempre degli straordinari tifosi”.

Presente alla consegna il sindaco di Cassino D’Alessandro e l’assessore Leone, il riconoscimento è stato consegnato nelle mani di Pietro De Maria dal consigliere con delega allo sport, Carmine Di Mambro. «Meritano questo riconoscimento soprattutto quest’anno-ci tiene a sottolineare il raggiante presidente biancazzurro Nicandro Rossi-Tutte le serate dell' Hartigan's di Cervaroperché con la loro condotta irreprensibile non ci hanno fatto pagare nemmeno un centesimo in multe». L’ultimo pilone della laterale sud da stamattina ospita una targa in ricordo dei tifosi che in questi quarantanni di storia del tifo cassinate ci hanno lasciato.

Godibile lo spettacolo offerto in campo dai cassinati opposti al Colleferro che nel girone d’andata pareva poter avere ambizioni di primato. Al festival del gol (la partita è finita 4 a 3 per il Cassino) non poteva non partecipare il bomber dei bomber del girone, Totò Giglio, autore di una doppietta che fa salire a 23 i suoi successi  personali e vincere la classifica cannonieri. Il ventiquattresimo sigillo gli è rimasto in gola: spettacolare l’imbucata di Perrotti, tempestivo il pallonetto che ha scavalcato il portiere in uscita impattando la traversa. Il “Salveti” ha esultato lo stesso come se il pallone fosse entrato in porta. Niente pagelle individuali in questa ultima domenica di campionato. Se proprio dobbiamo dare un voto diamo un bel 10 pieno pieno alla spettacolare stagione disputata dai biancazzurri.

Ci piace sottolineare l’ottima prova dei più giovani. Lombardi (’99) che ha fatto venire il mal di testa al suo dirimpettaio e pure del subentrato Cerrone (altro ’99) autore di ottimi spunti e fraseggi.

La festa continua stasera in piazza Diaz dalle ore 20.00.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi