Calcio- Promozione. Real Cassino Colosseo non si nasconde: “Partiamo per vincere il campionato”

di Simone Tescione

Niente pretattica, niente alleggerimento della tensione, niente foglie di fico a nascondere le velleità di Eccellenza: il Real Cassino Colosseo fa sul serio e punta dichiaratamente al gradino più alto del podio del campionato di Promozione per la stagione alle porte.
Il presidente del Real Cassino Colosseo, Vincenzo Valente

CASSINO. Sono molto chiare le parole e le intenzioni della rinnovata società verde-granata del Real Cassino che da quest’anno ingloba anche il sodalizio di Prima Categoria del Colosseo, costituendo un’entità molto ambiziosa che punta nitidamente al vertice del campionato di Promozione.

Forte dell’esperienza biennale nel secondo campionato regionale, quest’anno, l’intenzione del club presieduto da Vincenzo Valente e dal suo vice Francesco Angione, è quella di concorrere per la vetta. Ieri pomeriggio si è svolto il primo giorno di raduno allo Sporting Club di San Bartolomeo dove la squadra ha potuto cominciare le prime fatiche agli ordini del nuovo tecnico Claudio Nanni: «Non vogliamo nasconderci, abbiamo l’ambizione di tentare a lottare per il vertice- afferma deciso patron Valente- non sarà facile, ma si è lavorato bene nelle settimane addietro costruendo un organico di assoluta qualità per la categoria. Chiaramente non saremo i soli a lottare, il Sora, il Mistral, l’Itri e il Monte San Giovanni Campano hanno buoni organici e si candidano anche loro per farsi valere».

Tempo di presentazione anche per il nuovo mister verde-granata, Nanni appunto, la cui scelta viene spiegata così da Valente: «L’ho osservato negli ultimi due anni ed mi ha colpito la sua bravura nel fare gruppo, nel tirare fuori il meglio da ogni elemento della rosa e, cosa molto importante, ha già esperienza di passaggio di categoria dalla Promozione all’Eccellenza, quel vissuto di chi sa come si fanno certe cose; quando sei lì sopra e ti tremano le gambe, è importante avere un tecnico esperto che sappia come tenere dritta la barra per arrivare alla meta».

Vincenzo Valente e Francesco Angione, presidente e vice del Real Cassino

Sotto il profilo della rosa sono tanti gli innesti operati in queste settimane ma, per stessa ammissione del presidente cassinate, serve ancora una punta in grado di far compiere il salto di qualità (e possibilmente di categoria) alla squadra. Il sogno è Mario Mariniello, autore di 25 gol tra le fila dell’Insieme Ausonia l’ultima annata calcistica, ed ancora in trattativa per il rinnovo con gli ausoniesi. «Punte che fanno gol a doppia cifra sono merce rara, comunque sì, Mariniello sarebbe quello che fa al caso nostro, anche se si tratta di una trattativa complessa- ammette il presidente- anche se ci sono altri due nomi nella nostra lista in alternativa, in ogni caso le tempistiche saranno fondamentali, in settimana intendiamo chiudere il discorso».

Facendo un passo indietro a livello societario, Valente spiega poi com’è nato il feeling con Daniela Pontone che ha dato vita a questo nuovo progetto. «L’accordo è stato trovato in 5 minuti- spiega- con Daniela è scattata immediatamente la scintilla e subito siamo andati in simbiosi, manterremo il calcio al Colosseo e avremo una nostra identità più definita. La Pontone è una donna che ha delle qualità eccelse e una sensibilità che manca nel mondo del pallone, sono felice di averla all’interno della società perché una risorsa validissima. Sarà il nuovo responsabile della juniores che punta anch’essa ad un campionato di vertice».

Mister Claudio Nanni, allenatore del Real Cassino Colosseo

Sul lato prettamente logistico, invece, fervono i lavori al Campo Colosseo, su quello che sarà il terreno di gioco casalingo del sodalizio cassinate. Rizollatura e ricarico di terra sono le opere portate avanti dalla società di Valente in questi giorni per assicurarsi un terreno all’altezza in campionato, ma non solo: «Stiamo operando diversi lavori- chiude il patron del Real- non solo attraverso ricarichi di terra ma anche passando per la ristrutturazione delle reti perimetrali, dell’impianto elettrico e degli spogliatoi, quest’anno il campo sarà in terra, ma in prospettiva l’idea sarebbe (magari con l’Eccellenza) quella di realizzare un sintetico che permetta di allenarci e giocare».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi