Calcio. Il Cassino vede la “D”, è bagarre secondo posto. All’Anagni manca un punto per tornare in Eccellenza

CASSINO. Col primo week end di aprile andato in archivio, i campionati dilettantistici (ma non solo) volgono al termine coi verdetti che vanno in via di maturazione. E’ il caso del Cassino che se vincesse domani nell’anticipo col Serpentara resosi necessario per permettere ai rampanti biancazzurri Lombardi e Pontecorvi di rispondere alla convocazione della Rappresentativa Juniores Regionale in partenza per il Torneo delle Regioni, potrebbe già festeggiare la Serie D già nella trasferta di Pomezia del dopo Pasqua. All’indomani dell’ottimo pareggio ottenuto dagli uomini di mister Castellucci ad Aprilia, ora è davvero solo questione di dettagli per il ritorno nella quarta serie nazionale. Sbattuta la porta in faccia alla formazione di mister Venturi che non nascondeva sogni di rimonta, il Cassino vede “avvicinarsi” il Colleferro a -8 frutto della vittoria dell’altro ieri con l’Unipomezia. Brutto il capitombolo dell’Audace che perde in casa del Morolo e non approfitta della possibilità di affiancare il Colleferro in posizione argento. L’Artena col solo punticino maturato a Pomezia ammaina definivamente i sogni di play off. Nella corsa alla salvezza, il Morolo, come detto, prende 3 punti d’oro avvicinando la terra ferma a -2. Il San Cesareo imponendosi in casa del Racing lo affossa in posizione discesa diretta, il Roccasecca battendo l’Itri si tira definitivamente via dalla contesa a scendere. Vittoria di platino è quella conseguita dal Monte San Giovanni che batte il Cedial e dopo mesi si tira fuori dalle sabbie mobili della retrocessione diretta agguantando i play out. Brutta sconfitta dell’Arce a Formia che complica le cose mentre il Gaeta precipita in penultima posizione cedendo in casa del Serpentara. Risultati e classifiche

In Promozione, manca solo un punto nelle prossime 5 partite all’Anagni per il ritorno in Eccellenza che potrebbe Artattooconseguire a Cassino contro la Theodicea domenica prossima. La formazione papalina non ha avuto problemi col Sezze ed ha visto la festa “inguaiata” dalla contestuale vittoria dell’Insieme Ausonia contro un sempre più pericolante Tecchiena. La formazione di Gioia ormai si appresta a disputare i play off sicura della seconda posizione “allenandosi” in queste partite conclusive della stagione. Sul gradino più basso del podio (che dà sempre accesso agli spareggi) stazionano il Suio, che non va oltre il pari a Priverno, e lo Sporting Vodice che impatta col Terracina nello scontro diretto. Nutre ancora qualche sogno di agguantare la terza posizione il Real Cassino che travolge il Pontinia che deve sfuggire ai play out e si lancia all’inseguimento del bronzo lontano 5 punti. In coda, il Real Theodicea non trova punti nello scontro diretto a Lenola e resta invischiato in piena zona play out venendo appaiato dall’Hermada che vince sull’Aurora Vodice e la ricaccia verso la Prima Categoria, spacciato ormai il Minturno che sprofonda anche ad Alatri. Risultati e classifiche

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi