Calcio- Arbitri, l’ex internazionale Trefoloni a capo della commissione Can D

di Sergio Franchitto

In seguito alle promozioni e bocciature di arbitri, assistenti e osservatori della scorsa settimana sono state anche nominate le nuove commissioni nazionali: conosciamo meglio i dirigenti che andranno a istruire e designare gli arbitri del panorama cassinate.

Artattoo CassinoCASSINO. Il Cassino Calcio, neo promosso in quarta serie, vedrà al capo della commissione CAN D il neo nominato Matteo Trefoloni di Siena, ex arbitro internazionale e di professione Microbiologo. La sua è stata una brillante carriera sul rettangolo di gioco: debutta in serie A il 26 agosto del 2001 nella gara Udinese-Torino, viene nominato internazionale nel 2004, mentre la sua prima gara in Champions League è nel 2006 (Levski Sofia – Werder Brema). Termina di dirigere nel 2009 dopo 127 presenze in Serie A, tra cui numerose “classiche” del campionato italiano, come due derby di Roma, due Milan-Juventus, una Juventus-Roma, due Inter-Roma. Dalla stagione 2011 inizia, invece, la sua carriera dirigenziale: gli viene subito affidato il Comitato Regionale Toscana e questo compito lo porta avanti per 6 stagioni sportive. Ora la promozione a livello nazionale dove dovrà gestire 176 arbitri, 326 assistenti e 159 osservatori. Un compito sicuramente all’altezza del personaggio.

Scendendo di categoria a capo della commissione interregionale della CAI, categoria dove saranno coinvolte le squadre dei campionati di promozione ed eccellenza laziali, è stato nominato Andrea Gervasoni di Mantova, professione impiegato, ex arbitro di Seria A dove vanta 150 presenze (esordendo il 23 dicembre 2006 in Livrono-Torino), mentre 36 sono le direzioni in serie B e 18 in Coppa Italia. La sua carriera sul prato verde è terminata nel 2015/2016, ma all’inizio della stagione 2016/2017 è stato subito inserito nella Commissione CAN D in qualità di componente. A differenza di Trefoloni ha molta meno esperienza dirigenziale ma il suo entusiasmo e la sua personalità lo faranno certamente crescere e lavorare bene sin da subito, anche perché il suo è un compito molto delicato, prendere i giovani fischietti promossi dalle regioni e proiettarli per la prima volta in un campionato nazionale.

 

Luca Palanca invece è stato confermato a capo degli arbitri della regione Lazio, e quindi sarà ancora lui insieme alla sua squadra di collaboratori, che si occuperà ancora delle designazioni di arbitri e assistenti della nostra Regione.

In una panoramica nazionale vediamo che anche le commissioni di serie A e B sono cambiate: nella massima serie il prescelto, un po’ a sorpresa, è stato Nicola Rizzoli di Bologna che sembrava destinato a fischiare per un altro anno. Ora invece sarà lui a decidere le designazioni in uno dei campionati più belli e polemici d’Europa . Nella Serie B cadetta invece il bastone del comando passa a Emidio Morganti di Ascoli collaboratore dal 2014 di Domenico Messina in Serie A.

In Serie C invece resta il confermato Danilo Giannoccaro.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi