Basket- Virtus Cassino sospesa tra presente e futuro: chiusa stagione col Memorial Onofrio Formisano

Una grande festa di sport, di passione e di amicizia. E’ stato questo – e molto di più – il “Memorial Onofrio Formisano”, tenutosi ieri per la prima volta al Palazzetto dello Sport di Cassino, il PalaVirtus, e giunto alla sua sesta edizione. Un’occasione per ricordare la figura di un grande imprenditore della città di Cassino e di un uomo che ha tanto dato allo sport; un uomo che ha amato, sostenuto, supportato, incoraggiato la BPC VIRTUS Cassino fin dai suoi esordi.

CASSINO. Era presente la moglie di Onofrio Formisano, la signora Rosaria, alla quale la Virtus ha voluto offrire un omaggio floreale, e i figli, Rita e Vincenzo.

L’incontro di ieri venerdì è stata anche l’occasione per festeggiare l’ennesimo, importante anno sportivo della Virtus Cassino, che nella stagione 2016/2017 ha militato nel campionato nazionale di serie B, regalando alla città, ai tifosi, agli appassionati, a tutti i sostenitori ancora un anno ricco di emozioni e di grandi successi culminati con la straordinaria serie di playoff persa solo in gara 5 contro la metropoli Napoli.

Una storia straordinaria quella della Virtus, che, in pochissimi anni, dal 2011 ad oggi, ha compiuto un lungo e glorioso, possiamo dirlo senza tema di smentita, percorso che, dal campionato di Serie D regionale laziale disputato nella stagione sportiva 2011-12, è arrivata per la seconda volta ad un passo dalla serie A2, giocandosi tutto nel play off al termine del campionato nazionale di serie B, edizione 2016-17, nel quale ha militato per il terzo anno consecutivo e nel quale si conferma anche per il prossimo anno sportivo quale una delle società più blasonate e ricche di seguito e passione.

 

Una storia breve, come detto, quella della Virtus, eppure già piena di risultati esaltanti, raggiunti grazie all’impegno eRistorante Pizzeria La Cortiglia - Vallerotonda al lavoro quotidiano di una squadra di talentuosi interpreti; preparati, pronti al sacrificio, seri e pieni di entusiasmo; supportati dal settore dirigenziale capitanato dalla presidente, Donatella Formisano; con il Vicepresidente Renato Di Carlo; il Direttore Tecnico e Direttore del settore sanitario, Leonardo Manzari; il Segretario Generale, Guido Grossi; l’head coach Luca Vettese , l’Assistant- Mental Coach e Team Manager Furio De Monaco; il preparatore atletico Hansel Perilli; il team dei fisioterapisti Pasquale Coia e Cristian Ferdinandi, il personal trainer Giovanni Grancagnolo e i tanti sponsor, amici, supporters, tifosi, simpatizzanti che, in diversi modi, ma uniti tutti da una grande passione, danno ciascuno il proprio contributo e nutrono, quotidianamente, con il loro entusiasmo, la vita della Virtus.

In tanti, perciò, ieri hanno voluto salutare la prima squadra ma anche i ragazzi del settore giovanile, che hanno anche avuto l’occasione di dar prova della loro bravura e delle abilità acquisite sul campo.

 

Forza, entusiasmo, tenacia, costanza, sacrificio e la voglia di credere in un sogno sono stati gli ingredienti di questo altro anno straordinario e sono la prima grande vittoria della Virtus. Questo saper guardare in alto e saper puntare al futuro è stato ed è ogni giorno il punto di forza della Virtus, come ha voluto sottolineare il dott. Donato Formisano , fratello di Onofrio, Presidente della Banca Popolare del Cassinate, main sponsor della squadra, presente all’evento con gran parte del Consiglio di Amministrazione, con in testa il vice presidente, dott. Vincenzo Formisano e il Direttore generale dell’istituto di credito cassinate il dott. Nicola Toti. Nel suo intervento di saluto, ha auspicato, per il futuro, una continua crescita e ancora molte altre soddisfazioni per la Virtus.

La BPC ha voluto ringraziare la Virtus per aver regalato ancora un grande sogno ai tifosi rossoblù e agli sportivi della città di Cassino e a tutti gli appassionati della palla a spicchi delle provincia di Frosinone.

«E’ il momento dei consuntivi e dei bilanci- ha detto il dott. Leonardo Manzari, direttore sportivo della BPC Virtus Sostieni la ricerca in Neuromed: Metti la tua firma sul futuro della ricerca SanitariaCassino, a margine della bella cornice di festa che si respirava ieri sera nel Palasport cassinate- Come ogni anno questa manifestazione, oramai giunta alla sua sesta edizione, rappresenta il momento per fermarci a riflettere su quanto fino ad ora è stato fatto. Bisogna dire che, oggettivamente, noi siamo contenti di come si stia sviluppando il movimento Virtus e cosa esso rappresenti per la nostra realtà cittadina. Quest’anno siamo rientrati in città dopo un esilio durato un lustro. Grazie agli sforzi della nostra Società, e di mia moglie Donatella in particolare, abbiamo ridato una “piccola” nuova cornice al vetusto Palasport cittadino che oggi appare in questa nuova veste, stile college americano, come una più che dignitosa cornice strutturale ai vari campionati che la Virtus ha disputato tanto nel settore giovanile quanto con la prima squadra. Giocare a Cassino ha rappresentato e ovviamente rappresenta una svolta nel rinsaldare il legame con i nostri tifosi che sono cresciuti in numero ed entusiasmo. Oggi oltre a celebrare e ricordare Onofrio Formisano, abbiamo voluto anche dare il segnale forte ai nostri sostenitori che la Virtus continuerà nel solco tracciato in questi anni rafforzando ancora di più il proprio core societario e tecnico»- ha continuato il dirigente cassinate.

«Posso dire con orgoglio che abbiamo voluto implementare anche la cultura cestistica nella nostra terra organizzando di concerto con la Federazione Italiana Pallacanestro un corso per istruttori di Mini-basket che ha riscosso un grandissimo successo proprio nel PalaVirtus, che abbiamo rafforzato la partnership con gli amici di SCUBA Frosinone , nostra Società satellite, e che nel contempo siamo contenti perché cresce il numero degli iscritti al nostro settore giovanile che, ne sono certo, ci regalerà negli anni grosse soddisfazioni. Per quanto attiene la prima squadra, il fiore all’occhiello della stagione è sicuramente la conferma ad alti livelli. Faccio mie le parole del GM dell’Aquila Trento, Salvatore Trainotti, e gli chiedo venia per l’immeritato paragone, ma un obiettivo è una semplificazione…. La vera vittoria è durare nel tempo… e da questo punto di vista noi della Virtus Cassino, lasciatemelo dire, abbiamo vinto!” ha concluso il DS rossoblù.

Il sesto Memorial O.Formisano è stata anche l’occasione per proiettarsi già nel prossimo anno sportivo, quello targato 2017-18. Infatti il DS Manzari ha illustrato ai numerosi presenti all’evento, le modalità di abbonamento alle partite della regular season per il prossimo anno agonistico. Il claim scelto per la campagna abbonamenti è stato “Nata per passione , nata per appassionarti!”, ricordando come la Virtus sia nata nella Terra di San Benedetto per la passione di veri amanti della palla a spicchi e che continua nel solco della passione.

Prova ne è stata la consegna di un bellissimo ricordo che la tifoseria della Virtus ha voluto consegnare alla dott.ssa Donatella Formisano e al dott. Leonardo Manzari, nel corso del Memorial, a testimoniare l’affetto e la gratitudine dei veri amanti di questo sport ai due artefici della rinascita ad alti livelli del basket nella Città Martire.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi