Basket- Virtus Cassino bella da morire: piegata (e agganciata) Palestrina grazie a super Carrizo

La Virtus Cassino piega Palestrina al termine di una gara al cardiopalma e l’aggancia in classifica.

CASSINO. Una di quelle serate da non dimenticare per gli amanti della palla a spicchi. Pallacanestro Palestrina 1962 e BPC Virtus Cassino hanno dato vita sul parquet del Pala Virtus di Cassino ad una gara che sarà ricordata come uno spot per questo sport. Intensità, emozioni, giocate balistiche di altissimo livello per due formazioni che si giocavano i primi posti della classifica del girone D di questo Campionato Nazionale di Serie B, in un match che alla vigilia si preannunciava al calor bianco. E le previsioni della vigilia non sono state smentite da quanto visto questa sera.

Cassino ha vinto questa splendida gara con caparbietà e intensità ma c’è voluto fino all’ultimo respiro per domare una Palestrina che non ci è mai stata a dover subire l’onta della seconda sconfitta consecutiva (la settimana scorsa era stata sconfitta nel derby vs Valmontone dopo 2 overtime, ndr). Lo ha fatto sospinta dall’urlo incessante di un pubblico rossoblù assolutamente commovente per correttezza nel sostegno ai propri beniamini. L’urlo dei 400 del PalaVirtus è stato assolutamente una delle componenti che hanno consentito a Carrizo e compagni di mai mollare anche quando la gara sembrava dovesse volgere in direzione Palestrina… bomba di Gatti dall’angolo su assist di Barsanti a 3 minuti e 5 secondi dal termine per il 94 a 90 dei prenestini.

In quel momento la gara sembrava dunque aver cambiato la freccia dell’inerzia, ma Vettese, con una perfetta scelta Artattoo Cassino, negozio di tatuaggi e piercing a Cassinodi tempo, un timing da consumato attore di queste incredibili gare di vertice, chiamava un time out per parlare sopra la possibilità di ribaltare il corso degli eventi. E la sua squadra usciva dalla panchina con una grinta incredibile ed in soli 4 minuti sarà capace, nonostante per la seconda volta in 7 giorni fosse costretta a fare a meno di Bagnoli e Petrucci, ironia della sorte, per raggiunto numero di falli per tutta la durata della quarta frazione di gioco, a realizzare un parziale straordinario di 16 a 6. In un tripudio di folla e di intensità, che solo le grandi occasioni come questa riescono a regalare. Una squadra tarantolata e soprattutto vogliosa, come non mai, di andarsi a prendere l’intera posta in palio. Dicevamo del time – out.

Dalla panca cassinate usciva un quintetto “piccolo”. Carrizo, Panzini, De Ninno, Del Testa e Cena. E su un penetra e scarica di cena la palla terminava a Capitan Maurizio Del Testa (che gara la sua, ndr) il quale con freddezza glaciale realizzava il punto del meno 1, 94-93.

Sul ribaltamento di fronte Gatti sbagliava il possibile +3. Ennesimo rimbalzo catturato da un mostruoso Carrizo.

In questa indimenticabile serata per i colori rossoblù benedettini l’argentino produrrà un 10 su 10 dalla linea della carità, un 100% da oltre i 6,75 e soprattutto 4 assist oltre che un eccezionale 7/10 da due punti, per un 44 di valutazione finale. Semplicemente mostruoso.

Dunque Carrizo catturava il suo ennesimo rimbalzo difensivo e in palleggio si approssimava alla metà campo avversario confezionando il tiro da due che valeva l’ennesimo controsorpasso tra le due formazioni. 95-94. Lulli interrompeva l’emorragia e chiamava a sua volte time out. Ma l’uscita della sua squadra dalla sospensione produceva un tiro sbagliato di Barsanti da tre punti. Cena catturava il rimbalzo difensivo e sul ribaltamento chi se non il Carrizo dei sogni subiva fallo da Molinari. Viaggio in lunetta per il 99 benedettino, e due su due dalla linea del tiro libero, 97-94. Un libero di Paesano avvicinava gli ospiti a due punti 97-95.

Ancora Carrizo infiammava il pubblico per il 99 a 95. Catturava il rimbalzo difensivo sul tiro da tre sbagliato da Rossi e subiva l’ennesimo fallo che lo portava all’ennesimo viaggio in lunetta, manco a dirlo il tabellone segnava il 101 a 95. Sull’altro fronte una palla persa di Paesano consentiva alle V rossoblù di gestire un altro possesso. Un azione fantastica suggellava il 104 a 95 a 1 minuto e 20 dal termine. Infatti grazie ad un assist di Enzo Cena, il marine Del Testa realizzava dall’angolo un incredibile tripla che faceva esplodere il Pala Virtus.

Con la forza della disperazione, Palestrina piazzava un 5-0 di parziale in un amen ma ci pensava ancora il solito Carrizo a ristabilire le distanze catturando un ennesimo rimbalzo, il decimo difensivo, e procurandosi i due liberi della staffa che a 15 secondi dal temine significavano il + 6 per i padroni di casa.

La Virtus doveva difendere e la tripla di Rossi si fermava sul ferro regalando la vittoria ai padroni casa e soprattutto consentendo loro di capovolgere a proprio favore anche il computo della differenza canestri dopo le due gare.
Infatti Cassino vince di 6 dopo aver perso l’andata di 5.

Termina la gara in un tripudio rossoblù e le due compagini sono stasera appaiate in classifica in attesa che Palestrina possa recuperare la gara vs Stella Azzurra. Una Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, ancora protagonista in questo scorcio di girone di ritorno che la vede affrontare in rapida sequenza tutte le big del girone. Una BPC che nelle ultime 14 gare di campionato ne ha persa una sola di due contro Valmontone nel giorno dell’Epifania. Ed ora i benedettini si apprestano al turno infrasettimanale contro Barcellona che ha regolato la LUISS Roma. Appuntamento al Pala Alberti di Barcellona Pozzo di Gotto giovedì 8 alle 21.25.

BPC Virtus Cassino – Palestrina 106-100
Parziali : 26-31, 30-25, 21-20, 27-23

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 30 (7/10, 2/2), Maurizio Del testa 21 (1/1, 5/9), Enzo Cena 15 (5/8, 1/8), Niccolò Petrucci 15 (4/4, 2/3), Lorenzo Panzini 13 (3/4, 2/7), Simone Bagnoli 10 (4/11, 0/0), Robert Banach 2 (1/2, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/1, 0/0), Giuseppe Di poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 24 – Rimbalzi: 34 10 + 24 (Manuel Carrizo, Simone Bagnoli 10) – Assist: 13
(Manuel Carrizo 4)
All. Vettese Ass. Incelli.

Pallacanestro Palestrina 1962: Rossi 34 (5/8, 6/13), Visnjic 21 (7/9, 2/4), Barsanti 18 (5/6, 2/8), Paesano 13 (6/9, 0/0), Gatti 7 (1/2, 1/3), Duranti 3 (0/0, 1/2), Molinari 2 (1/2, 0/1), Gobbato 2 (1/1, 0/2), Fiorucci 0 (0/0, 0/0), Galuppi 0 (0/0, 0/0), Bolozan 0 (0/0, 0/0), Rossi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 14 – Rimbalzi: 26 5 + 21 (Visnjic 6) – Assist: 20 (Visnjic 7)
All. Lulli.
MVP Carrizo

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *