Basket. Virtus Cassino, arriva S. Severo: buttare il cuore oltre l’ostacolo. E Vettese suona la carica: “Non sarà come all’andata”

«Avevamo di fronte una formazione super e noi abbiamo fatto un ottima prestazione, direi fin troppo buona insomma. Perché adesso chiaramente si è creata una situazione pericolosa: quando le cose ti girano così bene, a volte capita a tuo favore a volte può capitare al contrario, poi devi essere pronto alla seconda gara che sarà di per se ulteriormente difficile. Quindi direi che abbiamo disputato una partita in cui ci è andato tutto bene. Però noi siamo stati bravi perché non è che quello che è successo durante la gara è accaduto per caso. E’ accaduto perché erano situazioni che volevamo che accadessero. A noi è andato fin troppo tutto bene mentre dall’altra parte è capitata una giornata storta, hanno avuto un cattivo approccio alla gara e quindi hanno subito una squadra che al contrario stava bene. Paradossalmente quando si vince così bene può diventare un grosso problema». Parole e musica di Piero Coen, head coach di Cestistica San Severo, in riferimento a gara 1 disputata sabato scorso in terra pugliese. Domani, giovedì 4 maggio 2017 alle ore 20.45 al PalaVirtus di Cassino, ci sarà la gara di ritorno del quarto di finale tra la Virtus e la Cestistica San Severo.

La serie, lo ricordiamo, si gioca al meglio delle tre gare, ed è formalmente in mano alla Cestistica San Severo che domani sera espugnando il PalaVirtus raggiungerà le semifinali di questi playoff del Campionato nazionale di serie B e se la vedrà con la vincente dell’altro quarto di finale Cuore Azzurro Napoli – Senigallia (1-0 per Napoli in gara 1).

La grande abilità dialettica dell’allenatore dei pugliesi fotografa molto bene la situazione emotiva del match, tutta spostata a favore dei viaggianti pugliesi.

«Certo, San Severo non deve distrarsi e se la porta a casa la serie- esordisce così coach Luca Vettese alla vigilia dell’attesissimo match del PalaVirtus di Cassino.

Un PalaVirtus che accoglie i playoff del Campionato Nazionale di Serie B 2017 e promette di regalare agli spettatori una gara dalle mille emozioni.

BPC Virtus Cassino – Cestistica San Severo rappresenta, infatti, una delle sfide più affascinanti che i quattro tabelloni di playoff propongono in questo primo turno. Sabato scorso i pugliesi hanno portato a casa per 89-69, il match dominandolo nei due quarti centrali del match. Lì hanno scavato il solco, realizzando un parziale combinato di 38 a 23.

Ed il match del Palasport “Falcone & Borsellino” ha inequivocabilmente confermato che il grande momento dei gialloneri dal perimetro non è assolutamente terminato: 45% con un numero impressionante di realizzazione da oltre l’arco dei 6.75, ben 18 triple a bersaglio. Ma poi dicono le cronache, c’è stata la BPC che non ti aspetti.

Ma l’allenatore delle V cassinati coach Vettese non si scompone e non perde di vista il proprio obiettivo: «Credo sia stata la prestazione peggiore dell’anno. Peccato sia venuta nei playoff». L’allenatore benedettino non fa fatica a riconoscere gli oggettivi meriti degli avversari: «Noi però non l’abbiamo affrontata al meglio, un po’ perché loro sono stati davvero capaci e un po’ per nostre dimenticanze in specie difensive. Devo poi sottolineare che il mio team stava anche creando e producendo una buona pallacanestro, mettendo spesso e volentieri l’uomo piedi a terra per concludere a canestro; abbiamo sbagliato e molto e loro hanno iniziato a cavalcare l’onda dell’entusiasmo con percentuali altissime. Questo non ci ha sicuramente aiutato nello sforzo di rientrare nel match. Ad ogni modo questo nella pallacanestro può capitare: ci può stare che una partita sia talmente storta; così come ci può stare che loro, che sono ben allenati , molto forti e soprattutto atletici e forti fisicamente in una gara non sbaglino nulla. San Severo ripeto è una squadra forte, che ha aggiunto innesti importanti ad un nucleo che c’era anche la scorsa stagione di sicuro affidamento, pensate a Di Marco, Cecchetti, Cirimbeni, Torresi, Losi e Quarisa oltre al bravo Morgillo».

«In settimana devo dire che ci siamo allenati benissimo- continua il Vettese pensiero- dovremo affrontare però la gara del PalaVirtus in modo diverso sotto il profilo dell’atteggiamento. Giochiamo in casa e nel nostro campo abbiamo più certezze, anche se il fattore campo in un playoff conta il giusto. Quello che veramente conta in un play off è la grinta e la fame. In campionato abbiamo reagito bene dopo tante partite buttate. Io sono tranquillo, mi aspetto dalla squadra una reazione di orgoglio».

La situazione non preoccupa eccessivamente il tecnico della Virtus: «La sostanza è sempre che dobbiamo vincerne due, com’era all’inizio. Poi sapevamo che una in casa loro dovevamo strapparla. Fosse stata la prima saremmo stati più tranquilli, ma d’altra parte la tranquillità nasconde qualche insidia. Speriamo che essere spalle al muro ci dia una spinta in più».

Palla a due alle ore 20.45 al PalaVirtus di Cassino di Via De Feo. Due fischietti friulani per l’occasione: Balducci Giuseppe di Valvasone (PN) e Spessot Massimiliano di Fogliano Redipuglia (GO).

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi