Basket – Cassino in scioltezza su Isernia, record di punti e play off da terzi alla portata

4 su 4.

CASSINO. Per il quarto anno consecutivo di Serie B Nazionale (il primo nell’anno 2014-15, ndr), la Virtus Cassino accede alla seconda fase del campionato, quella dei playoff, quella delle emozioni forti. E in virtù del risultato maturato in quel di Cagliari, tra gli isolani, padroni di casa, e Valmontone, vittoria dei primi, vi accede matematicamente tra le prime quattro del lotto delle pretendenti alla seconda fase della stagione.

mr-svapo-shop-cassino

«Un risultato storico– commenta a fine gara il diesse dei rossoblù cassinati, Leonardo Manzari
-storico perché oltre ad aver toccato con la vittoria odierna quota 44 in classifica, punteggio che rappresenta senza ombra di dubbio il premio del record di punti in classifica per questi ragazzi che stanno decisamente facendo bene in campionato e che devo pubblicamente ringraziare, ci consente di mantenere al momento il terzo posto in classifica e al di là degli scontri di domani in campionato, il destino di tale piazzamento è assolutamente nelle nostre mani, non dobbiamo più fare alcun calcolo (basterà infatti vincere in casa della Tiber Roma, ultimo avversario di questa stagione regolare, per assicurare agli uomini di coach Vettese il terzo posto in classifica finale, piazzamento in classifica eguagliato con la stagione 2015-16, ndr)- conclude il dirigente cassinate nella sala stampa di fine gara.

La gara odierna non aveva molto da raccontare agli ospiti della BPC Virtus Cassino. Infatti i molisani del Basket Isernia avevano raggiunto il Pala Virtus cassinate con la certezza matematica del ritorno nella serie C regionale del prossimo anno agonistico, 2018-19. Tuttavia gli uomini di coach Scanzano hanno decisamente onorato l’impegno mettendo in mostra tanta voglia di far bella figura e finendo per aggiudicarsi anche l’ultima frazione di gioco per tre lunghezze, 25 a 22.

Artattoo

La BPC Virtus Cassino tuttavia aveva messo in cassaforte il risultato fin dalle prime battute di gioco allorquando, complice anche la serata di grazia assoluta del pivot Bagnoli, di gran lunga l’MVP di giornata, alla fine del match 31 punti, 11 rimbalzi e 40 di valutazione per un 15 su 20 da 2 per lui, i padroni di casa operavano al termine del primo quarto di gioco un allungo deciso. +16, infatti, recita il tabellone elettronico del Palazzetto dello sport di Via De Feo nella città martire alla sirena dei primi 10 minuti di gioco.

Nel secondo quarto pura gestione degli uomini di Vettese.

Il coach cassinate ruota a dovere i suoi dieci uomini disponibili, Enzo Cena lo ricordiamo è ancora alle prese con un noioso fastidio alla spalla destra che ne sconsiglia la sua utilizzazione. Dicevamo di Luca Vettese. L’allenatore rossoblù sapientemente ruota i suoi uomini attingendo, come già fatto a Patti, a larghe mani, dalla panchina e in particolare chiedendo ai suoi giovani under il supplemento necessario per questa fase stagionale che separa le “V” rossoblù dall’inizio dei giochi per la post season.

E così trova largo e stabile spazio nelle rotazioni del team cassinate Fabrizio De Ninno, 28 minuti per la guardia cassinate. Così come fatto a Patti, la giovane guardia cona la “V” rossoblù sul petto si rende protagonista di una prova gagliarda risultando il secondo marcatore tra le fila dei padroni di casa con 15 punti frutto di oltre il 50% dal campo e soprattutto mettendo in mostra tanta grinta e consapevolezza nei propri mezzi.

«E’ stato molto bravo e siamo molto contenti di lui– il commento del coach cassinate al termine della gara- con un De Ninno grandi firme e la regia affidata, per logico turnover, alle giovani ma sapienti mani del duo Pasquinelli – Galuppi, la Banca Popolare del Cassinate va al riposo lungo con un +19 nel paniere, complici anche due liberi a tempo scaduto, sull’altro fronte, di Smorra che fissa il punteggio sul 50 a 31. Al rientro dalla pausa lunga non cambia la musica in campo.

Nella terza frazione di gioco è un monologo dei padroni di casa che spingono a proprio piacere sull’acceleratore e raggiungono anche le 26 lunghezze di divario con gli avversari mai in grado di impensierire i benedettini.

Sempre più spazio agli under anche sotto le plance con Robert Banach che si ritaglia i suoi 15 minuti di utilizzo assieme a Matteo Bini. Cassino chiude avanti la terza frazione di gioco 70 a 44.

All’inizio dell’ultima frazione di gioco Bagnoli continua a imperversare a proprio piacimento sotto le plance avversarie prendendosi anche licenze dal perimetro con le conclusioni frontali che più ama. Cassino sembra sazia anche perché dopo due minuti di gioco supera i 30 punti di vantaggio.

E’ logico a questo punto che le “V” tirino un po’ i remi in barca lasciando spazio alle pregevoli giocate dei molisani che in particolare con Smorra colpiscono ripetutamente dall’arco dei 6,75.

L’isernino sarà autore di ben 24 punti con un ottimo 50% da tre punti e risulterà essere il migliore dei suoi di gran lunga.

La partita scivola via in questo accenno di primavera sotto l’Abbazia. Isernia arriva fino a quota 69 e i cassinati si deconcentrano non poco. Ma il risultato è in cassaforte. La mente ora è ai risultati delle altre pretendenti alle varie posizioni della griglia play off e poi allo scontro di domenica prossima a Roma con la Tiber Roma, domenica 22 aprile alle ore 18.00.

Dopodichè, seconds out, fuori i secondi, si comincerà con la rumba della post season.

BPC Virtus Cassino – Isernia Basket 92-69
Parziali : 30-14, 20-17, 20-13, 22-25

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 31 (15/20, 0/0), Fabrizio De Ninno 15 (5/10, 1/2), Niccolò Petrucci 13 (1/1, 3/5), Matteo Bini 8 (1/4, 1/2), Riccardo Pasquinelli 7 (2/5, 1/4), Manuel Carrizo 6 (3/4, 0/0), Robert Banach 6 (2/5, 0/0), Giorgio Galuppi 4 (2/2, 0/0), Lorenzo Panzini 2 (1/1, 0/2), Maurizio Del Testa 0 (0/0, 0/3), Enzo Cena 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 27 (Manuel Carrizo 5)
All. Vettese Ass. Incelli.

Isernia Basket: Smorra 24 (2/10, 6/12), Riccio 11 (4/6, 0/7), Patani 10 (2/7, 2/4), Iovinella 8 (4/5, 0/1), Piazza 5 (1/1, 1/1), Antonicelli 4 (2/3, 0/2), Scardino 3 (0/1, 1/2), Varrone 2 (1/2, 0/0), D’Agnillo 2 (1/1, 0/2), Di Nezza 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Varrone 6) – Assist: 10 (Smorra 6)
All. Scanzano.

MVP Simone Bagnoli

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *