Anomalie Cassino 2016, D’Alessandro:«Chi ha sbagliato paghi, ma si faccia prima chiarezza»

CASSINO. Arrivano le prime reazioni alle anomalie emerse dopo i controlli sulle schede elettorali delle eimmaginekihgbljjbvbhjklezioni comunali di Cassino 2016 dello scorso giugno da parte della Procura della Repubblica, da quali sono emerse irregolarità riguardanti un candidato a consigliere che poi sarebbe risultato eletto.

E’ affidata ad un comunicato la reazione del sindaco di Cassino D’Alessandro: «Prima di lasciarsi andare a facili commenti- sono le parole del primo cittadino- credo sia il caso di attendere che gli inquirenti facciano chiarezza su questa vicenda. È in dubbio che chi ha sbagliato debba pagare, chiunque esso sia. Pertanto, ben vengano gli accertamenti da parte della Procura della Repubblica, è giusto che l’iter faccia il suo corso nelle sedi adeguate e ringrazio tutti coloro che stanno verificando quanto emerso negli accertamenti effettuati. Noi restiamo a disposizione per tutto quello che riguarda l’indagine. Confidiamo come sempre nella validità della giustizia e nella competenza degli organi preposti».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi