Accordo Ideal Standard – Piscitelli(Uiltec Uil): “Risultato unico ottenuto con gioco di squadra”

Siglato l’accordo per l’acquisto da parte dalla Saxa Gres dello stabilimento Ideal Standard di Roccasecca.

CASSINO. Alla presenza del Ministro Carlo Calenda, del Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e dei sindacati, leCasa di Simonetta Cassino immagine parti hanno proceduto a formalizzare un accordo al quale si stava lavorando da qualche settimana e che permetterà ai sito industriale e a tutti i lavoratori impiegati di continuare a produrre. L’investimento, tra asset e le misure economiche anche di Ministero e Regione è di 30 milioni di euro complessivi: «Una notizia fondamentale – commenta il segretario generale della Uitec Uil Alessandro Mauro Piscitelli – per il territorio e le tante che sono rimaste con il fiato sospeso terrorizzate dalla possibilità di perdere il reddito. C’è stata un’alchimia perfetta tra tutti gli enti che hanno lavorato per negoziare il passaggio di proprietà e garantire la reindustrializzazione e il risultato ottenuto è forse unico in Italia. Abbiamo ora un modello di produzione più moderno che guarda all’ambiente».

L’accordo prevede l’assorbimento dell’intero organico dipendente dell’Ideal Standard, 274 lavoratori, ma la Saxa Gres ha preso anche il solenne impegno di riassumere anche i 17 dipendenti che hanno visto il proprio contratto scadere. In questo senso molto dipenderà dal nuovo prodotto che verrà realizzato, un prodotto ceramizzato (il sampietrino) che sostituisce il porfido, già ampiamente apprezzato nei paesi del Nord Europa dove c’è molta più attenzione alla green economy. I sindacati aspettano ora che venga illustrato il nuovo piano industriale, due gli incontri in programma: il primo il 22 Febbraio ed il secondo il 28 Febbraio: “Va un sentito ringraziamento al lavoro di negoziazione del Ministro Calenda e di Zingaretti e a tutti coloro che hanno contribuito all’accordo. Un ringraziamento – conclude Piscitelli – anche i lavoratori e le loro famiglie».

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *