Un libro sotto l’ombrellone: “Mr Darcy, Vampyre” romanzo fantasy in salsa Twilight

di Martina Salvatore

TITOLO: Mr Darcy, Vampyre.

AUTORE: Amanda Grange

GENERE: romanzo fantasy

Quello di cui vorremmo parlavi oggi rappresenta, prima di tutto, lo spirito di questa rubrica: avvicinare il lettore ai grandi classici della letteratura in modo leggero e spensierato, scevro dai canoni accademici a cui spesso si pensa riferendosi (in ambito amatoriale) a tomi di grande importanza quali, ad esempio, Pride and Prejudice di un’eroina della letteratura del calibro di Jane Austen.

L’autrice che vogliamo presentarvi oggi è Amanda Grange che con i suoi lavori di riscrittura, rielaborazione e con i suoi romanzi catapulta il lettore in un mondo lontano, evocativo di quelle atmosfere ottocentesche di cui la Austen era una mirabile pittrice, ma in chiave esotica, innovativa.

Il libro che vi consigliamo oggi è una versione “Twilight” di Orgoglio e Pregiudizio, una sorta di sequel fantasy di una delle più famose storie d’amore di tutti i tempi: Mr Darcy, Vampyre.

Vogliamo avvertire i più sfegatati fan della cara Jane Austen che la su citata versione Twilight dell’opera, sacra alla letteratura inglese, non è un eufemismo goliardico, ma una reale trasposizione avventurosa e fantastica della luna di miele di Elisabeth e Darcy.

E’ proprio di questo che tratta il romanzo della Gange: i nostri eroi, subito dopo le nozze, sono in partenza per il famosissimo Lake District ma un’inaspettata missiva sconvolge i piani dei giovani sposi che partiranno alla volta di un tour europeo che li porterà a Parigi e poi, attraversando le Alpi, a Venezia, fino a condurli sulle insaziabli fauci dell’inferno. Elisabeth avverte una strana tensione nell’aria e quello che si presentava come un entusiasmante viaggio le si delinea davanti come una rocambolesca fuga in preda ad un antico terrore.

Cosa accadrà alla coppia? Elisabeth quando scoprirà la reale natura del suo tanto amato Darcy? Ma soprattutto… come reagirà?

Il romanzo è raccontato dal punto di vista di Elisabeth, ormai diversa dalla Lizzie Bennett che ricordiamo descritta nelle meravigliose pagine di Orgoglio e Pregiudizio.

Vi proponiamo una piccola lettera di Elisabeth a sua sorella maggiore Jane:
“[…] Mia carissima Jane,
la mia mano trema mentre ti scrivo questa lettera. I mei nervi sono a brandelli ed io sono così alterata che credo non mi riconosceresti. Questi ultimi pochi mesi sono stati un turbinio di incubi, di circostanze strane e disturbanti e il futuro…
Jane, ho paura. Se mi dovesse accadere qualcosa, ricordati che ti voglio bene e che il mio spirito sarà sempre con te, anche se non dovessimo mai più rivederci. Il mondo è un posto freddo e spaventevole, dove nulla è come sembra. Era tutto così diverso pochi brevi mesi fa, quando mi sveglia il mattino delle mie nozze e mi ritenevo la donna più felice al mondo… Elisabeth”.

Moltissime sono le recensioni sul web di questo sequel fantasy di Orgoglio e Pregiudizio, moltissime sono quelle negative. Aspettarsi la stessa maestria di Jane Austen è una speranza futile, ma crediamo però che, soprattutto i più giovani fra i nostri lettori, potranno incuriosirsi e dopo la lettura di questa fantasiosa storia cercare la perfezione della ricerca introspettiva nelle pagine divine di Jane Austen. In fin dei conti questi nostri consigli sono finalizzati a letture frivole sotto l’ombrellone, non vorremmo certo propinarvi una lettura impegnativa, ma speriamo di solleticare il vostro interesse!

Segnaliamo altri lavori di Amanda Grange sulle storia di Darcy e dei personaggi di Orgoglio e Pregiudizio, i cui titoli sono facilmente reperibili in rete.

Sono diverse le autrici che si sono cimentate nel raccontare storie ispirate ad Orgogli e pregiudizio in un’insolita veste, ad esempio “Vampiri, orgoglio e pregiudizio.” di Susan Krinard questo libro fa parte di una serie in tre volumi “A proposito di Jane Austen” dedicati all’autrice.

Speriamo che la lettura di queste insolite storie ispirate ad uno dei più grandi classici della letteratura mondiale vi piaccia e, qualora non lo conosceste, vi incuriosisca e vi spinga ad accostarvi ad una delle icone della letteratura: l’impareggiabile Jane Austen.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *